Milan-Psv, non gli fanno il biglietto perché non ha la tessera sanitaria

E’ a dir poco ridicolo l’episodio che si è verificato ieri mattina, lunedì 26 agosto 2013, presso la filiale di Via Primaticcio del gruppo Banca Intesa, a Milano. Ad un tifoso rossonero, da poco residente nel capoluogo lombardo, è stato negato l’acquisto di un biglietto per la partita tra Milan e Psv, in programma domani sera a San Siro, per i preliminari di Champions League.

Il motivo? Il tifoso non era in possesso della tessera sanitaria… Sì, proprio così. Al cassiere della filiale Intesa non è bastato il documento d’identità, regolarmente esibito dal cliente allo sportello. Ha chiesto, o meglio preteso, la tessera sanitaria della Regione Lombardia, sulla quale è ben visibile il Codice Fiscale. Il tifoso, da poco residente a Milano, non ha ancora ricevuto la tessera a casa (ne viene rilasciata una provvisoria, cartacea) e chi vive nel capoluogo lombardo conosce bene la normale tempistica per l’invio del documento definitivo a casa.

mappa san siro

Il tifoso, incredulo, ha così pensato di mostrare al cassiere la fotocopia del codice fiscale, che aveva nel portafogli. D’altronde, era ciò che chiedeva/pretendeva l’impiegato della banca. Tutto inutile. “Ci vuole la tessera sanitaria, dobbiamo fare la fotocopia”. Alla fine, niente biglietto…