Riccardo Montolivo, centrocampista e capitano milanista classe ’85, resterà al Milan almeno per altri tre anni, nonostante la contrarietà dei tifosi, che vorrebbero vedere in campo nuovi volti.

Il più richiesto è Manuel Locatelli, classe 98, altro centrocampista e uno dei favoriti di Berlusconi. Poi arrivano le richieste per l’italo-argentino José Mauri, classe 96, e il croato Matteo Kovacic, che verrà richiesto in prestito da Galliani a Florentino Perez.

Il contratto di Montolivo scadrà il prossimo 30 giugno dopo quattro stagioni giocate indossando la maglia rossonera, ma sembra sia riuscito a trovare un accordo per un rinnovo, che gli permetterà di restare in squadra. Le prime avvisaglie sono arrivate tra gennaio e febbraio, nei giorni scorsi sono invece arrivati alcuni contatti e non sembra che si presenteranno problemi per la firma del contratto, prevista nelle prossime settimane.

Per la conferma ufficiale bisognerà però trattenere il fiato fino al 21 maggio, cioè dopo la finale di Coppa Italia contro la Juventus. Nonostante le molte incertezze, compreso il possibile cambio di allenatore a fine partita, il capitano sembra sia riuscito ad ottenere un contratto triennale che prevede un ribasso nel compenso a stagione: gli attuali 3.5 milioni di euro si ipotizza che si ridurranno a 2-2.5.

In questa stagione deludente il capitano si è sempre mantenuto tra i migliori in campo ed è sempre stato titolare sia con Brocchi che con Mihajlovic. Nonostante ciò è uno dei giocatori più fischiati e contestati dai tifosi.

LEGGI ANCHE:

Milan, Il Barcellona ci prova per Donnarumma

Milan, Galli: “C’è bisogno di un direttore sportivo…”