Milan-Roma, Allegri in conferenza stampa: "Avrei preferito che Totti non ci fosse"

Primo impegno della mattinata per Massimiliano Allegri è la tradizionale conferenza stampa in cui il tecnico rossonero presenta il match di lunedì sera Milan-Roma. La conferenza, tenutasi in sala stampa a Milanello, è iniziata intorno alle 10.15 e Allegri ha parlato, oltre che della Roma, anche della partita contro l’Ajax e delle parole spese da Marcello Lippi in suo favore. Ma andiamo con ordine.

La partita che domani i rossoneri disputeranno a San Siro contro gli uomini di Garcia e tutt’altro che facile: È una squadra forte tecnicamente e fisicamente, con un allenatore che ha capito subito il calcio italiano, sveglio e furbo. Ha creato un gruppo solido sia a livello caratteriale che tattico. La Roma ha subito solo 5 gol ed è normale che sia prima o seconda in classifica. Bisogna fare una grande partita perché, quando la Roma va in vantaggio, difficilmente si lascia recuperare. Dobbiamo cercare di fare una buona partita con tutto il rispetto per gli avversari”.

Partita complicata, dunque, a maggior ragione con il rientro di Totti. I rossoneri comunque avranno dalla loro un Mario Balotelli che, nelle ultime partite, è riuscito a fare la differenza: “Sono due grandi giocatori. Avrei preferito che Totti non fosse della partita perché è uno che mette molte palle gol, alza la qualità della squadra e per noi sarebbe meglio non giocasse. Balotelli ha ottime potenzialità, mercoledì ha fatto un’ottima partita anche a livello difensivo”.

ROMA - TORINO

La Roma non è una squadra come tutte le altre per Allegri che, in estate, avrebbe potuto lasciare i rossoneri per vestire giallorosso: “In quel momento lì c’erano anche altre squadre che mi avevano avvicinato e non ho nessun rimpianto perché sono molto contento di essere al Milan per cercare di finire il mio lavoro nel migliore dei modi”.

Tornando sulla partita di domani, scioglie alcuni nodi sulla formazioneDe Sciglio gioca a destra. Davanti attacco a tre con uno tra Saponara, Niang e Matri”, a sinistra, sempre in difesa, giocherà invece Emanuelson: “Come terzino ha fatto delle buone partite e ci da molto in fase offensiva perché ha un ottimo piede. Ultimamente è titolare della fascia sinistra ed è migliorato in fase offensiva”.

Il tecnico rossonero torna anche a parlare della partita, con conseguente qualificazione, contro l’Ajax“In 11 contro 11 abbiamo rischiato di subire gol, quando eravamo in 10, invece, abbiamo concesso poco e niente. La squadra è stata brava ad adattarsi subito alla partita. Io dico sempre che nel calcio compattezza e concretezza sono le cose essenziali. È meglio essere meno belli ma vincenti che il contrario”.

Dopo l’Ajax sono giunti i complimenti di Marcello Lippi“Mi fanno piacere le sue parole ed io sono sempre convinto delle mie qualità. È normale che un allenatore dipenda dai risultati, ma non ho avuto mai dubbi su quello che so fare”.

L’Ajax è stato fatale per El Shaarawy che, già nel primo tempo, si è dovuto fermare per via di un fastidio al piede della microfrattura, oltre a lui è ancora out Abate che non ha ancora smaltito l’infortunio: “El Shaarawy ha un’infiammazione che non gli consente di giocare. Abate ha ancora dolore alla caviglia. Purtroppo abbiamo questi infortuni traumatici che non ci consentono di avere tutti a disposizione”.

El Shaarawy Faraone

Quindi ancora una battuta sul campionato e sulla Champions“Siamo indietro e c’è poco da ragionare, quello che conta sono i risultati, abbiamo solo 18 punti. Abbiamo tempo per recuperare ma serve continuità. Sicuramente l’atmosfera della Champions è particolare. In Champions la sfida è una sfida secca, in campionato hai tempo di recuperare e le partite sono diverse”. 

Sulla domanda sul possibile scambio di panchina con Prandelli, infine, risponde: “Scambi non ce ne possono essere perché a fine stagione sarò in scadenza di contratto e non ci sarà mercato allenatori. Non so se Prandelli rimarrà in Nazionale, ma queste sono decisioni sue”.

Leggi anche-> Milan-Roma: Saponara possibile titolare

Leggi anche-> Milan-Roma: il punto della situazione sui giallorossi

Leggi anche-> Milan-Roma: Berlusconi in visita a Milanello