Milan-Spezia, Mauro Tassotti prende le "distanze" da Allegri

Mauro Tassotti per la prima volta in occasione della gara tra Milan e Spezia di Coppa Italia, è andato in panchina da allenatore dei rossoneri, dopo anni passati a fare da assistente e secondo allenatore ai vari Ancelotti, Leonardo ed Allegri. Proprio l’esonero di quest ultimo aveva aperto la possibilità di guidare la prima squadra del Milan all’ex difensore che però, come sembra, non se l’è sentita soprattutto in un momento così delicato.

Guida tecnica a Clarence Seedorf, ma senza dimenticare le cose buone e gli errori di Massimiliano Allegri: l’allenatore pro-tempore, Mauro Tassotti, si è soffermato a fine gara sul momento della squadra e ha sottolineato che “nonostante sono alla prima da allenatore del Milan, ho dimostrato di avere le mie idee, pur rispettando e valutando l’operato positivo di Allegri”. Parole che sanno un po’ di rottura col passato: il tecnico in seconda ha voluto in un certo modo prendere le “distanze” da alcune scelte cervellotiche del toscano, a partire dalla scelta della coppia centrale di difesa, lasciando in panchina gli incerti Bonera e Zapata e dando fiducia ai francesi Mexes-Rami.

Dunque ci saranno alcune patate bollenti per il neo-allenatore, Clarence Seedorf: partire dal mettere ordine in campo fino ad arrivare ad un chiarimento della situazione infortuni: Silvestre ed El Shaarawy in primis che quest anno sono vere comparse della formazione rossonera e che l’olandese potrebbe mettere alle strette anche portandoli all’addio a giugno.

Sta per iniziare l’era Seedorf e tra entusiasmo ed emozioni ci sarà sicuramente tanto lavoro da svolgere per il neo-allenatore del Milan.

Leggi anche -> Milan-Spezia 3-1: la cronaca della sfida di Tim Cup

Leggi anche -> Milan-Spezia 3-1: riviviamo le emozioni della gara (Video)