Milan, Verdi: "Voglio restare in rossonero"

“Voglio restare in rossonero”. Così Simone Verdi in un intervista a Tuttosport. Rientrato al Milan dopo la stagione all’Empoli in cui ha disputato 22 partite con un gol, ora il giovane centrocampista offensivo punta a rimanere a Milano, dove è cresciuto calcisticamente ma ha disputato solo 2 partite in Coppa Italia nel 2010. Verdi ha parlato delle sue sensazioni dopo il riscatto avvenuto alle buste.

Ho appreso la notizia del riscatto all’apertura delle buste”, esordisce. “Sono cresciuto qui e quindi sono felicissimo, ho bellissimi ricordi di Milanello. L’idea di iniziare il ritiro con la prima squadra, cosa che tutti noi ragazzi sognavamo, finalmente si avvera. Ritroverò De Sciglio, come ai tempi della Primavera“.

Verdi parla anche delle sue esperienze con il Torino e con la Juve Stabia: “Le considero esperienze molto positive, ho trovato dei mister che mi hanno sempre permesso di crescere, senza troppe responsabilità“. Quindi prosegue: “Adesso l’opportunità Milan mi riempie d’orgoglio, vuol dire che i miei sacrifici non sono passati inosservati”.  Una parola anche per l‘Empoli: “Ringrazio la società e Sarri per le due splendide stagioni”.

Quindi si parla del Milan. Su Mihajlovic “E’ un allenatore molto deciso e esigente e questo è un punto a mio favore: quando sono stimolato rendo molto di più”.  Sulla tanta concorrenza che troverà: “Ci sono tanti giocatori nel mio ruolo che hanno dimostrato di essere da Milan, come Suso, Honda e Bonaventura, ma questo dovrà essere da stimolo,  voglio guadagnarmi la conferma in squadra.  Quindi conclude: “Avrei il premesso di rientrare il 17 luglio, ma ho scelto di iniziare il 10: non vedo l’ora di tornare a Milanello”.

Leggi anche: