Nei giorni in cui sta tornando prepotentemente di moda il nome di Zlatan Ibrahimovic per il prossimo mercato del Milan, i colleghi di Milannews hanno contattato la giornalista svedese Jennifer Wegerup, nota per la sua vicinanza al giocatore del PSG.

Le parole di Zlatan esprimono senz’altro gratitudine nei confronti del Milan, ma non sono un’apertura al Club. Mi dispiace per i tifosi, che vorrebbero credere nel ritorno di Ibrahimovic   che quando parla di questa squadra ha sempre gli occhi che brillano. Sono forse cambiate alcune cose in questi mesi, ma la storia è chiusa, come a volte  finiscono i grandi amori“, sono queste le parole che placano gli entusiasmi di molti tifosi che sperano di rivedere lo svedese vestire la maglia rossonera.

Alla domanda sulla possibilità che un cambio di proprietà del Milan possa cambiare le cose, la giornalista scandinava risponde con queste parole:”Zlatan ragiona da professionista: più soldi ci sono meglio è per lui, quindi ben vengano nuovi investitori. I tifosi devono ricordarsi che siamo di fronte ad un calciatore, non un tifoso”.

Sul futuro di Ibra:”Non ha deciso assolutamente, la cosa più vicina alla realtà è che Ibrahimovic vorrebbe rimanere a Parigi, ma il PSG ora è una Società tra le più importanti in Europa e  sta valutando altre strade. So di un’offerta esorbitante per arrivare a Cristiano Ronaldo, ma Zlatan vuole sapere al più presto cosa fare. Ora anche i suoi figli sono grandi e ben ambientati a Parigi, mentre quando erano piccoli era più semplice ‘spostarli’ da una città all’altra. Sicuramente deciderà prima dell’Europeo. Ora non è più un ragazzino. Ha una famiglia, una vita, i figli impegnati a scuola. Vorrà certamente organizzarsi per tempo, per essere concentrato a giugno solo per la sua Nazionale. Non vorrà avere la testa che pensi a ciò che possa ancora accadere”.

Sul suo stato fisico:”La sua forma è strepitosa e ha molta fame di vittorie. In Svezia diciamo che possiede una grande intelligenza ‘calcistica’. Se non avrà problemi fisici , sicuramente sarà decisivo ovunque. Ma Zlatan è Zlatan: non è abituato a fare compromessi. Se non trova una squadra che lo convince potrebbe anche smettere,  anche se non lo trovo probabile“.

Infine la Wegerup si lancia in un pronostico sulla finale di Coppa Italia del 21 maggio che a suo parere vede la Juventus favorita, anche se in novanta minuti può succedere di tutto.

Leggi anche:

Ibra al Milan, Cerrutti:”Troppo presto per parlarne”

I dettagli dell’esclusiva ai cinesi