Mogli dei calciatori del Napoli: rapporto difficile con la città?

Le scelte di vita, all’interno di una coppia, a volte risultano difficili, soprattutto quando il proprio partner è un calciatore e l’unica cosa che resta da fare è seguirlo nei suoi trasferimenti. Ad avere l’ultima parola, dopo un anno dal passaggio a Napoli, è Kat Kerkhofscompagna olandese del calciatore belga Dries Mertens

Nel suo diario virtuale di viaggio, lady Mertens delinea un ritratto di Napoli lucido, riconoscendole luci e ombre. Un accenno costernato all’ecomafia e alla camorra si affiancano alla riconoscenza e simpatia nei confronti dei napoletani, oltre che un inno alla bellezza del territorio.

Ma come reagiscono i tifosi napoletani? Non è la prima volta che le compagne dei calciatori faticano ad ambientarsi nelle città in cui approdano i propri partners. Basti ricordare lo sfogo della moglie di Lavezzi su Twitter dopo essere stata derubata del suo rolex:  “E poi dicono che in Argentina c’è insicurezza..Napoli città di mer.. Mi hanno rubato l’orologio a mano armata!“.

Saranno critiche fondate? Intanto il giudizio di Kerkhofs ha riaperto lievemente la preoccupazione dei tifosi partenopei, che sentono minacciata l’immagine della loro città. Lady Mertens, comunque, non manca di offrire dei consigli utili ai turisti, senza dimenticare che, nonostante i difetti, anche una personalità come Goethe disse: “Vedi Napoli e poi muori“.

Leggi anche: