Mondiali 2014, il ct della Bosnia: “Ritiro senza famiglie”

Un voto di astinenza sessuale. Questa è la condizione richiesta ai giocatore della Bosnia da parte del loro ct, Safet Susic, che nella stesura del regolamento che la sua Nazionale dovrà seguire nel ritiro per i Mondiali in Brasile, non transige.

Bando a tutto ciò che può in qualche modo essere fonte di distrazione per  Pjanic, Dzeko, Lulic e compagni, che dovranno quindi rinunciare alla compagnia e al sostegno delle mogli e fidanzate per concentrarsi esclusivamente sul campo.

«Non ci sarà sesso in Brasile per tutta la durata della competizione. Non ci sarà quindi spazio per le mogli o per le compagne. – sostiene il ct bosniaco in un’intervista per il giornale  Dnevni Avaz, proponendo come unica alternativa il ricorso alla masturbazione. – Se avranno bisogno, dovranno ricorrere ad altre soluzioni».

Leggi anche –> Brasile 2014, Larissa Riquelme dà il via ai Mondiali…sexy