Mondiali 2014, scandalo bagarini in Brasile: coinvolto padre di Neymar

I Mondiali 2014 stanno per essere sommerso da uno scandalo bagarini senza precedenti. Direttamente dal Brasile, infatti, si parla di grandi personalità, tra cui il padre di Neymar, tra i principali artefici di uno smercio illegale di biglietti a prezzi gonfiati per le partite di Spagna, Brasile e Argentina. Secondo la polizia locale, anche un funzionario FIFA sarebbe coinvolto in questa vicenda, che avrebbe tra i suoi protagonisti anche l’ex ct Dunga, il fratello e procuratore di Ronaldhino, Roberto Assis de Moreira, e il campione del Mondo del 1970 Carlos Alberto.

La mente della truffa sarebbe stato un algerino, Mohamadou Lamine-Fofana, coadiuvato appunto da un funzionario FIFA il cui nome è al momento sconosciuto. Il padre di Neymar ha subito preso le distanze così come gli altri personaggi coinvolti: con un comunicato, il genitore dell’asso brasiliano ha smentito qualsiasi suo coinvolgimento. Dunga, Neymar senior, Carlos Alberto e Roberto Assis de Moreira non sono attualmente indagati ma è probabile che siano chiamati a testimoniare per lo scandalo bagarini scoppiato in queste ore in Brasile in occasione dei Mondiali 2014.

TUTTO SUI MONDIALI 2014