Mondiali 2018, Belgio: I convocati e le date delle partite

Girone semplice per la Nazionale di Martinez che dovrà, però, fare a meno di Radja Nainggolan

A picture taken on April 25, 2018 in Paris, shows the jersey of the Belgian national football team for the FIFA 2018 World Cup football tournament. (Photo by FRANCK FIFE / AFP) (Photo credit should read FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)

Girone semplice per i fenomeni del Belgio che nel gruppo G hanno pescato Panama e Tunisia, oltre agli inglesi. L’Inghilterra rappresenta comunque una prova dura ma alla portata di Hazard e compagni che potrebbero fare bottino pieno e qualificarsi come primi. Le altre due Nazionali non rappresentano una seria minaccia, ma occhio ai tunisini che potrebbero anche fermare la corsa dei belgi.

I convocati di Martinez

A Euro 2016 ci si aspettava molto dal Belgio, ma molto di più, e invece si è rimasti abbastanza delusi. La Nazionale belga continua ad essere tutt’ora una fucina di campioni, giovani e tecnici, che devono dimostrare di essere dei protagonisti anche in un palcoscenico come quello mondiale. L’esclusione eccellente, già annunciata, è, e rimane, quella di Radja Nainggolan. Il Ninja giallorosso non ha trovato spazio nella spedizione di Russia 2018 sia a causa di eccessi comportamentali, sia per una non facile collocazione tattica. Un errore? Forse perché avere un Naiggolan in più, capace di spaccare in due le difese può essere decisivo.

Si tratta di una scelta tattica. Sappiamo che è un giocatore importante nel suo club e so che ha un ruolo popolare importante, ma non possiamo dargli questo ruolo in Nazionale. Il mio compito è creare una squadra che sia vincente, la decisione è solo tattica” – ha dichiarato Martinez.

Purtroppo molto a malincuore termina la mia carriera internazionale. Ho sempre fatto di tutto per poter rappresentare la mia nazione. Essere se stessi a volte puó dare fastidio… Da oggi sarò il primo tifoso..” – risponde piccato il centrocampista giallorosso che dovrà guardarsi i Mondiali dal divano di casa sua.

Ci sarà invece Dries Mertens, nonostante un finale di stagione poco brillante. Il folletto belga del Napoli ha strappato il pass a suon di prestazioni elevate con la propria Nazionale, anche se dovrà ritrovare brillantezza e freschezza che sono mancati nel rush finale a Napoli.

Portieri: Koen Casteels (Wolfsburg), Thibaut Courtois (Chelsea), Simon Mignolet (Liverpool), Matz Sels (Anderlecht).

Difensori: Dedryck Boyata (Celtic), Laurent Ciman (Montreal Impact), Leander Dendoncker (Anderlecht), Jordan Lukaku (Lazio), Thomas Meunier (PSG), Thomas Vermaelen (Barcellona), Jan Vertonghen (Tottenham), Vincent Kompany (Man City), Toby Anderweirel (Tottenham), Christian Kabasele (Watford).

Centrocampisti: Kevin De Bryune (Manchester City), Mousa Dembele (Tottenham), Youri Tielemans (Monaco), Axel Witsel (Tianjin Quanjian), Yannick Carrasco (Daliang Yifang), Marouane Fellaini (Man United), Nacer Chadli (west Bromwich Albion), Adnan Januzaj (Real Sociedad)

Attaccanti: Michy Batshuayi (Borussia Dortmund), Eden Hazard (Chelsea), Thorgan Hazard (Borussia Monchengladbach), Romelu Lukaku (Manchester United), Dries Mertens (Napoli), Christian Benteke (Crystal Palace).

Le partite del Belgio

Il Belgio aprirà il suo Mondiale il 18 giugno contro Panama alle ore 17. Proseguirà con la seconda sfida alla Tunisia il 23 giugno alle ore 14; per chiudere con il big match all’Inghilterra del 28 giugno alle ore 20.