Mondiali a 48 squadre: arriva l’ufficialità dalla Fifa

Pochi minuti fa la Fifa ha approvato la rivoluzione dei mondiali che partirà dall’edizione 2026: ecco tutti i dettagli finora conosciuti

Gianni Infantino, attuale presidente Fifa, ha vinto la sua battaglia. Da pochi minuti è stato definitivamente approvato l’allargamento del numero di squadre che parteciperanno ai Mondiali, a partire dal 2026. Saranno 48 e la competizione sarà strutturata per durare più di un mese. Sarà curioso vedere come tutto questo influirà sulle competizioni nazionali e sull’attività delle squadre per club, che non saranno molto felici della notizia dovendo in pratica ristrutturare i loro campionati negli anni dei Mondiali ma non solo. Previsto uno snellimento delle competizioni più importanti?

A gioire sicuramente sarà tutto il movimento calcio nei suoi organi internazionali, visto che è stato calcolato che, tra diritti pubblicitari, televisivi e merchandising, la Fifa incasserà, con questa modifica, oltre 600 milioni di euro in più di quanto fatto in media nelle ultime edizioni mondiali, arrivando ad alzare i suoi ricavi all’iperbolica cifra di 3,5 miliardi di euro derivati dalla competizione.

La struttura dei mondiali del 2026, e di tutti i successivi, dovrebbe essere questa.  I nuovi Mondiali saranno formati da 16 gruppi eliminatori con tre squadre ciascuno. Le prime due di ogni gruppo si qualificheranno ai sedicesimi di finale. La fase finale durerà poco più di un mese, e in tutta la competizione si giocheranno quindi 80 partite. Ancora da definire i criteri dell’allargamento, ovvero chi farà parte dei posti extra resi disponibili dopo questa modifica.