Moviola in campo, Serie A scelta per la sperimentazione

L’Ifab ha deciso: l’Italia é una delle nazioni su cui é ricaduta la scelta per la sperimentazione della moviola in campo già dalla prossima stagione. La Serie A é quindi uno dei campionati che, dalla prossima annata, vedrà la tecnologia affiancare l’occhio umano.

MOVIOLA IN CAMPO: COME? – Il board della Fifa ha scelto l’Italia come paese per la sperimentazione della moviola in campo. Il Var sarà dunque implementato tramite l’introduzione di un ulteriore arbitro che, come fosse un regista, potrà visionare gli eventi e comunicare rapidamente con l’arbitro in occasione di fatti importanti come rigori, scambio di cartellini, episodi a palla lontana.

MOVIOLA IN CAMPO: QUANDO? – É dunque quasi certo che il supporto tecnologico sarà istituito già a partire dalla prossima stagione offline e dal 2017-18 live, ma non é ancora chiaro in quale competizione della FIGC. Alcune voci parlano della Serie A, mentre altre indicano la Coppa Italia come scenario migliore per sfruttare il Var e capire come introdurlo nei match del campionato.

LA REAZIONE DI TAVECCHIO – Dall’Aia ancora nessuna dichiarazione, mentre Tavecchio si mostra soddisfatto: “Siamo stati tra i primi sostenitori dell’utilizzo della tecnologia in campo e riteniamo – dice il numero uno della federcalcio – di avere tutti i requisiti per offrire il nostro contributo a questa importante sperimentazione. Nel rispetto della fluidità del gioco e – continua – della centralità dell’arbitro, anche nel calcio l’innovazione migliorerà tutto il sistema, come ha già dimostrato – ricorda Tavecchio – la positiva adozione della Goal line technology”.

MOVIOLA IN CAMPO: UFFICIALE LA SPERIMENTAZIONE PER DUE ANNI