Napoli-Inter, De Laurentis attacca Mazzarri: "Non sapeva gestire lo spogliatoio"

Probabilmente De Laurentiis non ha ancora digerito l’uscita dalla Champions del suo Napoli che, nonostante abbia fatto un’ottima partita, riuscendo a prevalere sull’Arsenal per 2-0, si è visto relegato ai piani bassi dell’Europa League per la vittoria all’86’, nell’altro match di gruppo F, del Borussia Dortmund sul Marsiglia.

Il presidente dei campani ha pensato bene di sfogare la sua frustrazione accusando, seppur velatamente, il suo ex tecnico, ora in nerazzurro,Walter Mazzarri, prossimo avversario in campionato, di aver in passato voluto in rosa pochi giocatori per il timore di non saperli gestire: “Dovendo giocare tre competizioni, e vedendo gli incidenti di Mesto, Zuniga e Hamsik, c’è bisogno di altri giocatori. Non solo di 16-17 per paura di gestire lo spogliatoio. L’ho sentito dire in questi anni, ma io non ho mai capito questa filosofia. Ho sempre detto ‘ma come, anche un prof riesce a tenere 30 alunni!’. Servono 25 giocatori di livello del Napoli”.

Walter Mazzarri

Non contento di quanto detto, De Laurentiis ha tenuto a precisare ulteriormente che, rispetto al passato, il nuovo allenatore saggiamente non fa giocare chi non sta bene o non è in forma: “Voglio sottolineare anche che, rispetto agli anni scorsi, non si chiede più uno sforzo a chi non può giocare. Ad esempio Reina, questa sera, è rimasto fuori: c’è il portiere di riserva Rafael e gioca lui. Quindi giocano tutti! Tutti si sentono importanti e si alternano per essere competitivi su più fronti”. Attacchi gratuiti e fuori luogo quelli del Presidente del Napoli, che dovrebbe piuttosto accettare sportivamente la sconfitta e il verdetto del campo e non cercare capri espiatori fuori dalla sua squadra.

TUTTO SU NAPOLI-INTER

Leggi anche–> De Laurentis su Mazzarri e Moratti: “Sono due scornacchiati”

Leggi anche–> Video promo Napoli-Inter, Mazzarri contro Benitez