Napoli-Milan: l'analisi dell'avversario

Un Napoli ferito è quello che ospita il Milan questa sera al San Paolo, i partenopei arrivano da una sconfitta che brucia ancora, quella di Empoli nella quale hanno subito ben 4 reti. Gli uomini di Benitez tra le mura amiche si concedono pochi passi falsi, solo 11 punti lasciati agli avversari in questo campionato. L’attacco azzurro funziona a meraviglia al San Paolo, la media di 2,38 reti a partita fa invidia a chiunque. Il Pipita Higuain, che è il pericolo numero uno, porta in dote i suoi 15 centri stagionali, ma anche Hamsik, Mertens, Callejòn e Gabbiadini sono uomini dal goal facile. Inoltre la faretra di Rafa Benitez si è arricchita ultimamente di un’ulteriore freccia davvero letale, quella del recuperato Lorenzo Insigne.

Alla squadra partenopea da anni manca quel qualcosa in più per consacrarsi grande. Uno dei suoi punti deboli è sicuramente la difesa, i due portieri sudamericani Andujar e Rafael, alternati dal mister, non danno sempre sicurezza al reparto difensivo, se poi ci aggiungiamo una difesa composta da giocatori non certo velocissimi e affetti da ripetute amnesie, quelle di Britos su tutti, capiamo il motivo di alcune battute a vuoto. Ne risulta perciò un match difficile ma non proibitivo per i rossoneri.

NAPOLI-MILAN: LA DIRETTA