Nazionale: dopo l'arrivo di Ogbonna in bianconero è sempre più Ital-Juve

Nella Confederations Cup ci ha condannato l’ingrata lotteria dei calci di rigore, agli Europei solo l’imbattibile Spagna ha saputo negarci la gioia del trionfo: la Nazionale Italiana, dopo la figuraccia dei mondiali africani sembra aver ritrovato (o quasi) lo smalto di un tempo.

Merito di Prandelli, che ha saputo gestire al meglio una delle panchina più ambite al mondo, merito delle società, che hanno saputo fornire alla Nazionale giovani talenti che cominciano pian piano a diventare i campioni del futuro, e merito della Juve.

Si, perchè se questa Italia cresce a vista d’occhio, se gli azzurri inanellano prestazioni positive su prestazione positive, una parte del merito va anche al blocco bianconero, composto da tantissimi calciatori, anche quelli che durante il campionato hanno giocato meno, ma alla Confederations si sono rivelati fondamentali (vedi Giaccherini).

Angelo Ogbonna Torino

Da oggi, al blocco Juve agli ordini di Prandelli, composto da Buffon, Bonucci, Barzagli, Chiellini, Pirlo, Marchisio, e Giaccherini, andrà aggiunto un altro, prezioso elemento: Angelo Ogbonna. L’ormai ex difensore del Torino è già da un pò di tempo nel giro della Nazionale, e la sua nuova maglia gli permetterà di confrontarsi con nuove realtà europee, apportando una crescita complessiva alle sue qualità.

Insomma, passano gli anni, le generazioni, passano allenatori, calciatori e squadre, ma quest’Italia è sempre di più Ital-Juve.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus: arriva Ogbonna dal Torino
Leggi anche –> Calciomercato Juventus: Kolarov, Zuniga o Wakaso per la fascia sinistra?