Notizie Inter, Fassone: "Mazzarri sta facendo un ottimo lavoro"

Il direttore generale dell’Inter, Marco Fassone, ha rilasciato alcune dichiarazioni su Walter Mazzarri ai microfoni della trasmissione radiofonica Deejay Football Club condotta da Fabio Caressa e Ivan Zazzaroni. Il dirigente nerazzurro è stato interpellato su diversi argomenti, tra cui il momento attuale della squadra, ma le parole più interessanti e degne di nota sono proprio quelle sul tecnico toscano, che Fassone conosce bene per averci lavorato insieme già a Napoli.

Queste le parole su Mazzarri“Lo conosco bene, lo vedo come allena e come gestisce lo spogliatoio. Si è trovato, come tanti altri allenatori, perchè non dimentichiamo che l’Inter negli ultimi tre anni ha avuto risultati altalenanti nonostante si siano alternati sulla nostra panchina credo cinque allenatori. L’allenatore ha responsabilità fino a un certo punto. Credo che il Mister stia facendo un ottimo lavoro, che non è soltanto un lavoro di gestione ma anche di pianificazione e di preparazione di quello che sarà l’anno prossimo. E poi la sua qualità, dal mio punto di vista, non può essere messa in discussione, guardando i risultati e la carriera che ha fatto. Il cambiamento di proprietà gli è rimasto un po’ dentro e gli ha fatto dire qualche ‘mannaggia’? Il cambio di gestione all’interno di una società è una delle cose, non solo per l’allenatore, ma in generale per tutto l’ambiente, più traumatiche. Per cui immaginatevi Mazzarri arriva, all’apice della sua carriera, in una grandissima squadra, dopo una scalata che lo ha portato progressivamente a migliorare sempre lo standing che aveva e si trova all’Inter proprio in un anno tra i più complicati e più difficili per la storia societaria e per la parte sportiva della nostra Società, quindi sicuramente qualche ‘mannaggia’ gli è scappato durante l’anno. Noi all’inizio dell’anno non abbiamo dato obiettivi, avevamo chiesto al mister di fare il possibile per ottenere con la rosa a disposizione il massimo che c’era valorizzare alcuni giocatori che l’anno scorso avevano avuto qualche problema, e mi pare che in questo sia riuscito, e poi di portarci il più in alto possibile. E’ evidente che nell’ultimo mese, mese e mezzo il presidente in particolare ha posto come traguardo quello del ritorno in Europa perché sarebbe problematico stare dall’Europa due anni di fila per tutto il lavoro che stiamo facendo, anche sulla parte economica.”

Questa invece la sua considerazione sul momento attuale dell’Inter“E’ una fase, non so neanche se definirla di transizione, Da un punto di vista sportivo siamo al termine di un ciclo straordinario che ha portato l’Inter sul tetto del mondo. Da un punto di vista economico siamo in una fase delicata da cui stiamo cercando di uscire attraverso queste attività di rifinanziamento della Società che dovrebbero riportarci a essere sereni da un punto di vista economico nel giro di pochi mesi. Direi che ci troviamo tra la transizione e l’inizio, la riapertura di un ciclo nuovo”. 

Leggi anche–> Fassone: “Realizzeremo il progetto di Thohir”