Notizie Inter, Jonathan: "Qui ho ritrovato fiducia, ma dobbiamo fare di più"

A pochi giorni dalla sfida contro il Genoa, intervistato da Sky Sport 24, ha parlato il difensore nerazzurro Jonathan, che ha fatto il punto della situazione relativamente alla sua carriera.

“Sono qui già da due anni e mezzo, sono più fiducioso, il Mister e il suo staff parlano sempre con me e mi dicono che si fidano del mio lavoro. Adesso capisco anche di più la lingua e sono contento di aver trovato Walter Mazzarri a questo punto della mia carriera perchè ho ritrovato fiducia. Ringrazio anche tutti i tifosi per tutta la fiducia e tutto l’affetto che mi hanno sempre dato”. Sono queste le parole del brasiliano, che fa capire di trovarsi bene in nerazzurro, anche grazie alla fiducia dei supporters dell’Inter.

Analizza anche l’attuale momento critico che stanno passando i nerazzurri, dicendo la sua: “In allenamento facciamo quello che vuole il Mister, dopo la partita contro il Chievo eravamo scontenti perché la palla non riusciva a entrare. Ieri il Mister ha parlato con noi, ha detto che è contento di quello che stiamo facendo sul campo, ma che però non basta e dobbiamo fare di più”.

Jonathan

Si esprime, inoltre, sulla vicenda Gasperini, attuale allenatore del Genoa e ex tecnico interista, che avrebbe recentemente affermato che i nerazzurri senza Calciopoli non avrebbero mai vinto niente: “Siamo stati insieme qui due mesi, ma io ho visto che era un uomo vero, al quale piace lavorare. Io sono venuto qui perchè lui ha dato l’ok. Non mi piace commentare quello che ha detto su Calciopoli, ci sono altre persone che potranno farlo al mio posto. Genoa squadra forte, dobbiamo entrare in campo con umiltà. Non saprei dire perchè Gasperini non ha fatto bene qui perché ripeto io ero appena arrivato. Certo aveva avuto dei brutti risultati, qui c’è tanta pressione, poi ha provato a mettere la difesa a tre e non è stata assorbita bene dal gruppo”.

Infine, una dichiarazione anche sull’uscente Presidente Moratti e sul neo Patron Erick Thohir: “Non ci sono parole per descrivere Moratti come uomo e come presidente. Lui è sempre con noi, è veramente un uomo spettacolare. Thohir l’ho visto 3 volte, ma so che lui segue dall’Indonesia tutte le partite. Ho letto la sua intervista nella quale ha spiegato che questo è un anno di transizione e che i tifosi devono avere pazienza. Dobbiamo capire tutti che è un momento particolare. Il nostro obiettivo? E’ chiaro che sarebbe bello arrivare in zona Europa, mancano ancora tante partite, ma non dipende solo da noi. Se arriveremo, saremo contenti”.

Leggi anche -> Scommesse, quote e pronostici 18-19 Gennaio 2014

Leggi anche -> Notizie Inter, Thohir: “Dobbiamo essere il club con più tifosi al mondo”