Notizie Inter, Mazzarri: "La pressione è importante per cercare di vincere sempre"

È arrivato a Milano solo quest’anno, ma con le idee molto chiare: riportare l’Inter nei piani alti della classifica e farle calcare nuovamente i campi internazionali. I nerazzurri quest’anno hanno molto dell’identità del suo allenatore, ma Mazzarri sa bene che la crescita è ancora lunga e bisogna aver pazienza e, soprattutto, evitare di lasciare indietro qualche punto di troppo che alla fine dei giochi potrebbe rivelarsi fondamentale. Di questo e di tanto altro ha parlato proprio il tecnico toscano in una bella intervista rilasciata a Fabio Monti, Domenico Calcagno e Franco Fiocchini del Corriere della Sera.

Milano, la città della Madunina, è stata al centro dell’inizio dell’intervista. I Mazzarri, come sottolinea l’allenatore nerazzurro “vengono dall’Isola d’Elba, per questo a me piacciono tanto il sole e il mare. Ma so apprezzare anche un tipo di fascino diverso […] Sono venuto tante volte a Milano da avversario e non ho avuto occasioni per vedere la città. Non la conoscevo e mi ero fatto un’idea diversa; invece è bellissima e purtroppo me ne sono accorto a 52 anni. Mi trovo molto bene […] E poi Milano è piena di verde e di parchi, una sorpresa”. Un amore quello per la città milanese sbocciato grazie alla panchina dell’Inter che, provocatoriamente, viene definita dal giornalista “scomoda”.

Mazzarri Inter

Tuttavia, il tecnico di San Vincenzo non si scompone e risponde con il suo solito aplomb: “Per come intendo io il ruolo dell’allenatore, non mi soffermo troppo su quello che mi sta attorno. Sono totalmente concentrato su quello che devo fare per far rendere al massimo i giocatori che la società mi mette a disposizione”. Questa, d’altronde, come ribadisce lo stesso Mazzarri è da sempre la sua forza e gli permette di non sentire troppo la pressione che un mondo come quello calcistico inevitabilmente ti mette. “Quella [la pressione] me la metto addosso da solo. Per cercare di vincere sempre”, afferma l’allenatore, che sa bene come la pressione in diverse circostanze può divenire tua alleata, perché ti costringe a non perdere mai la concentrazione e  a stare attento ai dettagli.

Leggi anche–> Napoli-Inter: è Benitez contro Mazzarri

Leggi anche–> Napoli-Inter, Mazzarri; “Penso solo alla crescita della mia squadra”

Leggi anche–> Mazzarri: “Sono partito da zero, l’Inter è un sogno”