Notizie Inter, Mazzarri: "Mi piace la mentalità del calcio spagnolo"

Ha rilasciato una lunga intervista a Sky l’allenatore dell’Inter Walter Mazzarri, che dopo il derby vinto 1 a 0 grazie alla splendida rete di Palacio si gode la sosta invernale dall’alto dei suoi 31 punti raccolti finora, staccato di sole 5 lunghezze dal Napoli, squadra che l’anno scorso era allenata dal livornese. Ma non ha rimpianti, anzi ha accettato la sfida di rilanciare i nerazzurri dopo la disastrosa stagione passata, con grande entusiasmo.

Stare qui è un sogno, ma non sono stato fortunatissimo. Sono arrivato in un momento particolare nella storia di questa società. Mi sarebbe piaciuto venire in un momento storico diverso, ma in carriera ho dimostrato di essere capace di accettare qualsiasi progetto, l’importante è che ci sia chiarezza fra me, la società e l’ambiente. Mi serve la certezza che siamo d’accordo sulle linee programmatiche, è una società affascinante. Finora i ragazzi in campo stanno seguendo le sue direttive al 100%, ma anche lui sa bene che la rosa andrebbe puntellata con qualche innesto, per renderla ancora maggiormente competitiva per raggiungere il terzo posto in Classifica, che garantirebbe l’accesso alla prossima Champions League, obiettivo dichiarato dal neo Proprietario Thohir.

Mazzarri Inter

“Le potenzialità e il budget, come gli altri parametri, li conosce la società. Io do le mie idee, ho l’esperienza per affrontare ogni programma. Do il meglio ai miei giocatori” le parole del mister, che spiega di essere affascinato dal calcio spagnolo: “Mi piace la mentalità, si pensa al gioco più che al risultato”. Tutti vorrebbero vedere la propria squadra giocare bene e vincere sempre, ma i tifosi nerazzurri si accontenterebbero dei tre punti anche se la prestazione offerta non è delle migliori, come capitato nel derby per esempio…

Leggi anche–> Mercato Inter, le cessioni di Gennaio

Leggi anche–> Curiosità Inter, la più bella vittoria del 2013

Leggi anche–> Mazzarri: “Ci mancano 5 punti…”