Notizie Inter, Oriali: "Mi piacerebbe ritornare, ma Thohir non mi ha ancora cercato"

Prima dell’ennesimo brutto risultato della stagione, un pareggio casalingo contro il Catania, fanalino di coda, che fino a ieri in trasferta aveva perso dieci partite su dieci, la Curva Nord si è resa autrice di una fortissima contestazione contro alcuni componenti della dirigenza nerazzurra. Nel mirino, in modo particolare, Marco Fassone e Marco Branca.

I supporters dell’Inter non hanno lesinato a suggerire alcuni nomi al magnate indonesiano Erick Thohir, che a loro avviso potrebbero essere in grado più degli attuali dirigenti di fare il bene dell’Inter. Tra questi figura un nome già noto in casa nerazzurra, quel Lele Oriali che in nerazzurro ha lavorato per ben 11 anni, dal 1999 al 2010, come consulente di mercato e uomo di fiducia della squadra, prima di divorziare dalla Benamata per forti dissapori con la dirigenza.

L’ex bandiera interista è stata intervistata a termine della gara col Catania ai microfoni di Mediaset Premium. Queste le sue parole in merito alla ‘richiesta‘ dei tifosi: “Devo ringraziarli perché evidentemente qualcosa di buono l’ho fatto anch’io. Ho bei ricordi dell’Inter. Ho trascorso trent’anni in nerazzurro, ossia metà della mia vita. Per me l’Inter è come casa mia. Da un lato mi fa piacere che ci sia grande considerazione nei miei confronti, dall’altro no perché vedo che da qualche anno si sta scivolando verso il baratro. Da quattro anni sento parlare di progetti, che poi vengono abbandonati a metà stagione. Qualche settimana fa, ad una mia domanda, un dirigente mi disse che quest’anno l’Inter non ha un obiettivo proprio perché si tratta di un anno di transizione. Diventa difficile costruire, sarà un lavoro duro anche per la nuova proprietà”.

Oriali non si è lasciato sfuggire l’occasione per dire la sua anche sul nuovo Presidente Thohir: “Non mi ha cercato, anche perché resta qui poco tempo. Dovrebbe essere un po’ più presente. Oggi non vedo il confronto con la società che c’era con Moratti presidente. […] Mi dispiace per il momento che non era preventivabile a inizio anno. Evidentemente il cambio ha influito sul rendimento della squadra che ha perso brillantezza e idee di gioco. Ora è una situazione negativa e non si sa da che parte è l’uscita. Ma forse Thohir in Italia prenderà decisioni importanti”.

Leggi anche–> Notizie Inter, Oriali: “Non capisco perchè Thohir non intervenga sul mercato”

Leggi anche–> Notizie Inter, La Curva Nord emette un comunicato per ringraziare chi l’ha sostenuta