Notizie Inter, Thohir: "La mia non era una critica alla squadra o al mister"

Dopo la brutta sconfitta nella partita di ieri e le dichiarazioni del Presidente Thohir che ha definito quella con la Lazio la “peggior prestazione in campionato” della sua Inter, le illazioni in merito al futuro di Mazzarri e alla presunta idea del Tyconn di cambiar rotta e allenatore non si sono fatte attendere.

Tuttavia, ci ha pensato lo stesso magnate indonesiano a dissipare dubbi e polemiche con una nota ufficiale apparsa sul sito dell’Inter, nella quale Thohir afferma: “Ho letto che il mio disappunto per la sconfitta di ieri è stato visto come una critica alla squadra. Quando perdi una partita è normale essere dispiaciuti, non equivale a una critica. Sono il primo a non essere contento per una sconfitta, ma stiamo lavorando tutti insieme, con lo stesso obiettivo. Le analisi tecniche, poi, spettano all’allenatore. Non è, lo ripeto, una partita vinta, una persa o un episodio, quando altri episodi avrebbero potuto favorire noi, che ci fa cambiare idea sul progetto. Continueremo a lavorare per il bene della squadra, della Società e dei nostri tifosi”.

thohir

Fiducia, quindi, al tecnico toscano e alla squadra, perché dietro c’è un progetto ben chiaro e l’Inter vuol proseguire su questa strada. I nerazzurri hanno giocatori di talento – come Kovacic, Alvarez e Icardi – su cui intendono puntare valorizzandone le caratteristiche. Certamente, avere uomini di esperienza come Cambiasso, Milito e Zanetti è fondamentale perché questi trovino la giusta strada e sappiano mettersi a disposizione del mister. Tuttavia, è innegabile che la rosa dell’Inter sia attualmente carente e che qualche innesto di valore non potrebbe che farle bene e aiuterebbe, non poco, un allenatore come Walter Mazzarri che, per quanto bene stia facendo, non può certo far miracoli.

Leggi anche–> Lazio-Inter 1-0, Thohir: “La peggior prestazione di tutta la stagione”

Leggi anche–> Inter, rinnovo Alvarez: si aspetta l’agente per la firma