Notizie Milan, Abbiati: "Inzaghi? Ha un entusiasmo contagioso"

E’ un Christian Abbiati a cuore aperto quello che si racconta in un’intervista riportata sul sito ufficiale dell’AC Milan. Il portiere rossonero affronta diverse tematiche in questa lunga chiacchierata, si parte da Filippo Inzaghi con il quale Abbiati ha avuto la possibilità di giocare e che adesso si ritrova come allenatore, alla concorrenza in porta con Agazzi e Gabriel che ne insidiano il posto da titolare, sino alla sconfitta contro l’Olympiacos, la stagione passata, il ritorno di Stephan El Shaarawy e gli obiettivi da raggiungere nel campionato che verrà.

Si parte subito da Pippo Inzaghi che Abbiati definisce un allenatoremolto forte caratterialmente”. SuperPippo si è presentato a Milanello portando con sé grande entusiasmo che la squadra ha rilevato e al quale ha risposto subito con un grande spirito e voglia di mettersi subito in gioco e di lavorare: “Stiamo seguendo tutti le indicazioni del mister. Ci stiamo preparando fisicamente e tatticamente e memorizzando i movimenti che vuole. Tutti abbiamo consapevolezza di quello che stiamo facendo e di cosa dobbiamo fare”. Inzaghi ha subito messo in chiaro le cose con i suoi ragazzi e Abbiati approva tutto questo: “Chi si comporta bene gioca, ci sono delle regole da rispettare e credo sia molto importante questo – e ancora – Mister Inzaghi l’ho sempre seguito, ha un entusiasmo contagioso, cura ogni cosa nei dettagli e questo è fondamentale”.

Esprime il suo parere sull’amichevole disputata e persa contro l’Olympiacos, ritenendola come la partita in cui: “Eravamo messi meglio in campo, ho visto dei passi in avanti. Certo il 3-0 pesa e non rispecchia i valori messi in campo. Certo ci sono degli attenuanti, ma questa è un’altra storia”. Il risultato cozza quindi un po’ con la prestazione, bisogna lavorarci e Abbiati vuole essere d’aiuto alla squadra:Mi sento molto motivatore, cerco sempre di dare a tutti dei consigli. Per far sentire la propria voce non occorre né alzare la voce né una fascia da capitano. Sono qui da molti anni e cercherò di aiutare questo gruppo”.

Leggi anche: