Notizie Milan: con Allegri sempre sconfitte negli scontri diretti

Con la sconfitta nel derby di ieri sera, si è confermato una forte insofferenza del Milan nella figura del suo allenatore verso gli scontri diretti. In sostanza, la squadra rossonera da quando c’è Allegri, lo ha visto soccombere ben 18 volte contro le big o presunte tali, su 43 incontri giocati del nostro campionato.

La dimostrazione si è avuta ieri, la squadra rossonera ha attuato un ottimo pressing contro l’Inter, ma è risultato sempre inconcludente nelle finalizzazioni, il motivo di ciò è la mancanza di un gioco. La squadra rossonera anche nei suoi interpreti, giocatori per lo più di quantità che qualità, ha sempre grande difficoltà a imbastire un’azione degna di nota, proprio per questo motivo il gioco risulta sempre frammentario, che si accende solo con la giocata del singolo. È questa la causa principale del difetto di gioco di Allegri, la mancanza di un interprete alla Pirlo, che con verticalizzazioni improvvise sappia lanciare il proprio compagno davanti alla porta o in prossimità di essa.

Massimiliano Allegri

 

Ma tale decisione di puntare su giocatori che contrastano più che creare, è sempre stata una prerogativa del mister toscano, il sacrificio di Pirlo è una chiara dimostrazione. Le altre big del campionato hanno comunque un gioco, svolgono dei movimenti armoniosi e concreti tra queste c’è la Fiorentina. Mister Montella, da quando è alla viola, ha saputo creare un gioco bello da vedere, ma molto prolifico.

Altri scontri diretti in cui i rossoneri hanno sofferto sono con la Juventus,  con il Napoli in casa 1-2, solo con la Roma è arrivato un soffertissimo pareggio.  Oggi la situazione è veramente drammatica, su 17 incontri il Milan vanta in negativo già 6 sconfitte in campionato ed è distante 5 punti dalla zona retrocessione, la possibilità di rimontare come l’anno scorso è quanto mai diventato utopistico. Ormai sappiamo che il destino di Allegri è già segnato, ma sarebbe così sbagliato anticipare il cambio di panchina, semmai con qualche traghettatore che sappia smuovere la situazione in attesa del progetto Seedorf?

Leggi anche -> Balotelli su Twitter: “Auguri di Buon Natale anche a …”

Leggi anche -> Niang ai saluti: “Tornerò più forte”