Notizie Roma, Nicolas Lopez: “Il cucchiaio? Ero sicuro che avrei segnato”

Il suo cucchiaio dagli undici metri in UruguayNigeria del Mondiale Under-20, ha reso celebre celebre in patria il giovane giocatore romanista Nicolas Lopez.

Giocatore classe 1993 nato a Montevideo in Uruguay, inizia la sua carriera al Nacional nel 2010 nel quale cresce calcisticamente come ala sinistra e seconda punta. Dopo 2 anni, Sabatini decide di portarlo a Roma. Nella capitale all’età di 17 anni gioca prevalentemente nella nella Primavera di Alberto De Rossi facendo vedere numerose magie e mettendo a segno altrettanti goal. Le sue ottime prestazioni, lo hanno portato ad essere convocato nel Mondiale under-20 confermando quanto di buono ha visto in lui la Roma, che lo volle fortemente.

sabatini

Intervistato dal sito ufficiale della FIFA, Lopez ha raccontato: “Il cucchiaio dal dischetto? Già lo avevo deciso, i miei compagni sapevano. Per fortuna è andata bene: ero certo che avrei segnato”. Nico Lopez ha inoltre descritto il suo approdo a Roma e le sue sensazioni sul mondiale: “E’ successo tutto così in fretta, inaspettatamente. Ho esordito da professionista in Uruguay, e dopo sei mesi ero nella Capitale. Sin da quando ero bambino ricordo che avevo l’istinto dell’attaccante: a volte segno reti davvero impressionanti, altre mi limito a spingere il pallone in porta. Il Mondiale under-20? La Spagna ha grandi giocatori, e incontrarla darebbe vita a un grande spettacolo. Siamo una nazione piccola, ma storicamente abbiamo sempre lottato per la vetta nel calcio. Quando diamo il massimo siamo un pericolo per chiunque: d’altronde, se siamo qui è perché siamo forti e uniti”. L ‘attaccante andrà in comproprietà all’Udinese (a seguito dell’affare Benatia) per continuare a crescere.