Nuovo Stadio Cagliari, presentato lo studio di fattibilità

Un nuovo stadio entro il 2017 che abbia una capienza trai 30 e i 35 mila posti e che è ispirato all’Allianz Arena di Monaco di Baviera. Il rilancio del Cagliari avviene attraverso la costruzione di una nuova struttura sportiva. A presentare lo studio di fattibilità è stato questa mattina Luca Silvestrone manager che rappresenta un gruppo americano che è poi quello che dovrebbe rilevare la società calcistica dalle mani di Cellino che da qualche giorno è diventato il patron del Leeds.

Del vecchio Sant’Elia rimarrà ben poco: sparirà la caratteristica architettura esterna, si salveranno solo fondazioni e pali. E sarà uno stadio destinato a vivere tutto l’anno con negozi, alberghi e forse anche delle piscine olimpioniche. L’energia elettrica arriverà dal fotovoltaico e anche dalle pale eoliche non impattanti dal punto di vista estetico. Ci sarà anche un impianto di fitodepurazione per l’acqua. Il costo previsto è di circa 85milioni di euro.

Lo stesso Silvestrone ha poi tenuto a dire: “Presto incontreremo il presidente Massimo Cellino. Il mandato riguarda parallelamente società e struttura. D’altra parte, senza la risposta del Comune, non potevamo muoverci ulteriormente: dovevamo essere sicuri. Sulle cifre bisogna ancora accordarsi e fare ulteriori valutazioni. Il gruppo è interessato anche al centro sportivo di Assemini. Quello che ha convinto gli americani a virare sul Cagliari è il bilancio sanissimo della società sarda”.

Leggi anche — > Ultimissime Cagliari, Cellino: “Vendo la società”

Leggi anche — > Cellino è il nuovo proprietario del Leeds: accolto l’Appello