Obiettivi Atalanta 2013-2014: si lotta per il centro classifica?

Una salvezza raggiunta due giornate dalla fine, dovendo partire da una penalizzazione, puntando su un gruppo dove a essere esaltata è stata, come da tradizione, soprattutto la meglio gioventù. Questo il cammino compiuto lo scorso anno dall’Atalanta, lo stesso che cercherà di portare a termine anche quest’anno la squadra affidata a mister Colantuono che per il quarto anno consecutivo è iscritta la campionato di Serie A.

denis atalanta

La Dea, così come conosciuta dai sui sostenitori sempre caldi e pronti a sostenere i propri beniamini, riparte dal proprio bomber German Denis. Proprio ieri il direttore sportivo Pierpaolo Marino ha sgomberato qualsiasi dubbio su una possibile partenza dell’argentino: “Denis è un giocatore dell’Atalanta e de lo teniamo stretto”. Anche se il sogno resta quello di ingaggiare Bianchi dal Torino per una coppia d’attacco di grande personalità e potenzialmente ricca di tanti gol.

Ma il dirigente campano che dopo l’esperienza con il Napoli si è trasferito in Lombardia ha già chiuso una serie di operazioni che vanno nel quadro del rafforzamento di una rosa che ha avuto lo scorso alti e bassi non riuscendo mai a tenere un rendimento univoco così da potersi posizionare sin dall’inizio del torneo in posizioni più comode di classifica.

I nuovi arrivi sono: Il difensore centrale Mario Yepes dal Milan, il mediano Giulio Migliaccio dal Palermo, il centrocampista Luigi Giorgi dal Novara, Inoltre è stata riscatta l’altra metà del centrale Luca Cigarini dal Napoli. A completare il quadro l’innesto di una serie di giovani di belle speranze: il rumeno Nica, De Luca, Gatto e Baselli.

L’allenatore Stefano Colantuono già in sede di presentazione della squadra però non è voluto volare alto e ha già affermato: “Il nostro obiettivo resta la salvezza perché non vorrei che partire ad armi apri possa far ritenere che sia più facile raggiungerla”. Inoltre l’altra novità prevista per il torneo alle porte è il cambio modulo e passare, gradualmente, vero il 4-3-3 che secondo il tecnico può essere più adatto ai calciatori in rosa.

Leggi anche — > VIDEO – Carrarmato alla Festa dell’Atalanta distrugge auto di Roma e Brescia