Da quanto riferito da uno dei cardiologi di fama mondiale, il professor Carù, l’operazione al cuore per il presidente del Milan, ha una bassa pericolosità: infatti, Silvio Berlusconi, non rischia la vita.

Dalle parole riportate su milannews.it, il professor Carù spiega:

“Morire di insufficienza aortica è difficile. È vero che l’operazione migliorerà la vita di Berlusconi: l’età non è elemento di particolare attenzione, si può fare benissimo anche a 79 anni. In un mese riprenderà la normale attività, e anzi starà ancora meglio di prima perché avrà una valvola nuova. Stress e pressioni saranno meglio tollerate. Ho curato personalmente Nwankwo Kanu, l’ex giocatore dell’Inter operato esattamente per lo stesso motivo: è tornato alla sua attività di calciatore”

Possono stare tranquilli allora tutti i tifosi del Milan, il presidente ritornerà in forze nel più breve tempo possibile, riprendendo il suo lavoro sulla cessione da dove lo aveva lasciato. Una bella notizia quindi per tutti coloro che hanno a cuore la vita del presidente del Milan.