Ottavi di finale Champions League: il DNA Milan non tradisce

La Primavera gioisce insieme alla Prima Squadra. I ragazzi di Filippo Inzaghi, già qualificati agli ottavi di Youth League, hanno vinto a tavolino la partita di ieri prevista in programma contro l’Ajax e poi cancellata a seguito della volontà dello staff degli olandesi di non voler scendere in campo causa le condizioni poco sicure del campo dello Stadio Breda di Sesto San Giovanni.

Il girone si è quindi concluso con il Barcellona in testa a 16 punti, seguito dal Milan a 8 punti, Celtic a 4 e Ajax a 3, considerando che Milan e Ajax hanno all’attivo una partita in meno. Nella classifica dei cannonieri compaiono i nomi di Pinato, a quota 4 goal, e quello di Cristante, a quota 3.

Bryan Cristante

Nonostante la cancellazione del match, il Milan hanno comunque cenato in compagnia dei ragazzi dell’Ajax per poi dirigersi a San Siro insieme a Mister Inzaghi e a tutto lo staff tecnico per assistere alla sofferta qualificazione agli ottavi della Prima Squadra.

Il DNA  Milan, dunque, non tradisce, gli ottavi di Champions League sono realtà. Di sicuro quello di Filippo Inzaghi è stato un percorso brillante e allo stesso tempo difficile. La squadra ha però dimostrato grande professionalità e carisma mostrando, sia in campionato che in Europa, come la Primavera del Milan sia indubbiamente un fiore all’occhiello della Società.

Leggi anche ->Champions League, Sorteggio Ottavi: le possibili avversarie del Milan

Leggi anche ->Champions League, Milan agli ottavi senza Montolivo e Muntari