Pagelle e Voto Calciomercato Milan 2015/16: 6 di stima, tra luci e ombre

Ieri si è concluso il calciomercato 2015/16: per il Milan, dopo tanti anni, un mercato di spese importanti. Calciomercato-milan.it analizza, con pagelle e voto per reparto, il mercato della società rossonera, cui diamo complessivamente un 6 di stima per le importanti spese effettuate, anche se non mancano le ombre.

Partiamo dalla difesa, vero punto debole della scorsa stagione. L’arrivo di un giovane promettente come Romagnoli certamente è un fattore positivo, anche se la sua valutazione rimane troppo alta; c’era probabilmente la necessità di acquistare un altro difensore centrale di buon livello, possibilmente più esperto. Gli altri difensori centrali rossoneri (Mexes, Ely, Zapata) non sembrano all’altezza per disputare un campionato di alto livello. Voto: 6,5

Passiamo ora al centrocampo: qui la società ha le maggiori colpi. L’acquisto di Bertolacci, assolutamente sprositato dal punto di visto economico (20 milioni di euro) non risolverà certo i problemi dei rossoneri, che invece avrebbero avuto bisogno come il pane di un regista in grado di dettare i tempi e dare qualità al gioco (un giocatore come Biglia per esempio). Gli altri elementi del centrocampo (in particolare Poli, Nocerino, De Jong, Kucka) garantiscono tanta quantità, ma certamente non sono in grado di alzare il tasso tecnico della squadra.

L’unica speranza in questo senso potrebbe essere Montolivo, unico giocatore più dotato tecnicamente, ma occorre da parte sua un cambio di passo rispetto alle ultime stagioni. Anche Bonaventura, uno dei migliori della scorsa stagione, ha margini di miglioramento, ma il suo ruolo nell’undici di Mihajlovic è ancora da definire. Voto: 5

E infine l’attacco. Il reparto dove la società si è mossa sicuramente meglio, come peraltro si è visto nelle prime due partite e nelle amichevoli. Luiz Adriano e Bacca formano un’ottima coppia, in grado di segnare molti gol. Ci sono comunque valide alternativa come Menez e Honda, senza scordare Niang, atteso al salto di qualità quando tornerà dall’infortunio.

Mercato in attacco che quindi sarebbe, a nostro giudizio, da 7,5, ma che scende per l’acquisto incomprensibile di Mario Balotelli. L’ennesima operazione nostalgia (malattia dalla quale la società non sembra voler guarire) non ci convince per un motivo molto semplice, e cioè i numeri di Supermario nell’ultima stagione a Liverpool, dove ha realizzato solo 4 reti in 28 presenze tra tutte le competizioni. Quale ruolo potrà avere nell’attacco superaffollato del Milan è un mistero che forse si risolverà nei prossimi mesi. Voto: 7

Complessivamente, dunque, la media è un 6,16, vale a dire una sufficienza piena, che però ora dovrà essere tradotta sul campo. Anche Mihajlovic in questo senso dovrà dare il suo contributo, dando carattere a una squadra che l’anno scorso ne era totalmente deficitaria; al resto dovranno pensare soprattutto i nuovi acquisti, da Luiz Adriano a Bacca, per fare di nuovo sognare i tifosi rossoneri.

Leggi anche: