Pagelle Milan-Napoli 2-0: Menez l'uomo in più, Honda sottotono

Il Milan batte il Napoli 2-0 e torna a sperare nel terzo posto dopo il passo falso di settimana scorsa contro il Genoa. Gli uomini di Inzgahi aggrediscono subito l’avversario e sbloccano la partita con una magnifica giocata di Menez, che, come dimostra anche il 7,5 in pagella, si dimostra sempre di più il vero trascinatore dei rossoneri.

Nella ripresa i partenopei tentano una timida reazione ma il Diavolo chiude la partita con uno splendido colpo di testa di Bonaventura su assist di Armero. Oltre a coloro che hanno deciso il match, positiva anche  la prestazione di Montolivo nonostante la condizione fisica non sia ancora ottimale. In difesa invece, sontuosa la partita di Mexes, che si dimostra impeccabile e decisivo in ogni intervento. Deludente la prestazione di Keisuke Honda, apparso decisamente sotto tono. Ecco di seguito le pagelle dei rossoneri:

Diego Lopez 6,5. Si fa trovare sempre attento e concentrato quando viene chiamato in causa. Risulta decisivo in un paio di occasioni.

Armero 6. Si concede il lusso di qualche sbavatura di troppo in difesa, ma se non altro ha il merito di servire un assist al bacio per Bonaventura che chiude la partita.

Mexes 7. Partita impeccabile per il francese che ha il merito di annullare completamente Higuain in zona d’attacco. A inizio stagione era fuori dal progetto, ora è uno dei punti di riferimento della difesa rossonera.

Rami 6,5. Partita attenta e senza sbavature. Mantiene bene la posizione e concede poco o nulla agli attaccanti napoletani. Esce dal campo per un infortunio che mette in apprensione Inzaghi. (dal 66′ Zapata 6. Entra a freddo dopo l’infortunio del francese, ma ha il merito di entrare subito in partita difendendo bene sul forcing finale del Napoli).

Bonera 6. Prestazione positiva per il veterano rossonero aiutato anche dalla giornata no di Martens che non lo mette quasi mai in apprensione se non in un’occasione che gli costa anche il giallo.

Montolivo 6. La condizione fisica non può essere certamente al 100%, ma ha dimostrato che la qualità c’è sempre. Il suo pieno recupero sarà fondamentale per Inzaghi. (dall’86’ Essien s.v)

De Jong 6. Svolge il suo compito facendo il minimo indispensabile, favorito anche dalla giornata storta dei partenopei. Partita senza acuti e senza sbavature.

Poli 5,5. Spesso un po’ troppo macchinoso col il pallone tra i piedi. Ha l’aggravante di aver fallito un gol a tu per tu con Rafael. (dal 78′ Muntari s.v)

Honda 5. Poco incisivo in avanti, spesso e volentieri fuori dalla manovra offensiva dei suoi. L’Honda ammirato a inizio é soltanto un lontano parente di quello visto stasera.

Menez 7,5. Tecnica, velocità e precisione, cè tutto questo nel gol che spacca la partita indirizzandola verso i rossoneri. Condisce la sua prestazione con altre giocate da fuoriclasse. Il vero trascinatore di questa squadra.

Bonaventura 7. Solita partita di grande quantità, svaria sul tutto il fronte d’attacco milanista senza mai dare punti di riferimento alla difesa azzurra. Impreziosisce la sua prestazione con un colpo di testa imperioso che vale il 2-0.

Leggi anche: