Palermo Calcio, Zamparini: “La Serie B è vicina”

Zamparini

Continua inesorabile la crisi del Palermo Calcio, che affonda anche al Bentegodi contro il Chievo giá salvo e getta nello sconforto Zamparini. “La Serie B è vicina”, queste le parole intrise di rassegnazione e sconforto del presidente friulano, che rimprovera aspramente Novellino per il non gioco visto contro i clivensi: “Ho notato molti passi indietro rispetto alla prestazione contro l’Empoli. A Verona ho visto solo un enorme casino”. Rincara poi la dose: “Ho visto calciatori senza attributi, Novellino mi è sembrato in confusione”.

Impossibile dargli torto, ma l’artefice del caos intorno ai rosanero è in primis lui. L’idea di otto guide tecniche diverse in una sola stagione non sarebbe stata partorita nemmeno dalla mente più fervida degli sceneggiatori di commedie, e invece a Palermo va in scena il dramma più totale. Se Carpi e Frosinone sapevano giá di dover lottare con le unghie e con i denti per centrare la salvezza, i siciliani si aspettavano la solita stagione tranquilla, un po’ come il Chievo, che però ieri ha asfaltato i rosanero.

Zamparini adesso si è reso conto che la situazione sta precipitando e non può esonerare un altro tecnico: serve un insperato cambio di rotta, magari domenica sera al Barbera contro la Lazio:Non vincere contro i biancocelesti sarebbe una mazzata, la retrocessione sarebbe dietro l’angolo”, questo il pensiero del presidente, che in caso di Serie B farebbe anche più fatica a vendere la società. Chi è causa del suo mal, pianga se stesso: a versare lacrime, però, potrebbero essere anche i tifosi.

CHIEVO-PALERMO 3-1: GLI HIGHLIGHTS