Palermo Curva Nord Superiore, lettera degli Ultras ai Tifosi

VOTA QUESTA NOTIZIA

Una lunga lettera per spiegare agli altri tifosi del Palermo che chi siede in Curva Nord Superiore non è certo differente dagli altri.

Il testo è stato diffuso prima di Palermo-Napoli e ha fatto il giro di quei tifosi che hanno scelto di recarsi ieri sera al barbera per seguire la propria squadra del cuore. Colori rosanero che mai come in questo momento vanno difesi anche da un’unità di intenti da parte di chi segue le vicende calcistiche della società siciliana in maniera che si possa raggiungere una salvezza che sembra difficile.

Questo il testo completo della lettera diffusa dagli ultras della Curva Nord Superiore del Palermo:

Se sei qui si presuppone che tu sia un tifoso, quindi spontaneamente dovresti dare un piccolo contributo per sostenere i colori rosanero. Perché ti sei seduto così lontano dal tifo e dalla gioia di cantare per i nostri colori? Ce lo stiamo chiedendo. Forse perché sai cose su di noi che sono false! Vuoi sapere per esempio se:

– Paghiamo per entrare allo stadio? Certamente! Anzi, la maggior parte di noi ha sottoscritto un abbonamento col Palermo.

– Andiamo in trasferta gratuitamente? Niente affatto! Paghiamo i pullman, gli aerei, i treni e i biglietti del settore ospiti.

– Riceviamo soldi per allestire le coreografie? Altra bugia! Viene tutto autofinanziato con la vendita di adesivi, magliette, cappellini e tramite collette varie.

Noi non guadagniamo nulla. NULLA!

Non siamo migliori o peggiori di te, abbiamo una passione e per lei investiamo tempo e denaro, come fai tu nella tua vita”, si legge.

“Stiamo provando a far ripartire una curva che storicamente è stata il tempio del tifo palermitano, quindi SCUSACI per il brutto spettacolo che ti abbiamo fatto vedere contro il Sassuolo, sono scene che allontanano dalla curva e noi lottiamo per il contrario!

Vogliamo farti cantare! Per i tuoi colori, per la tua città, per la tua passione. Forse sembriamo scontrosi e incazzati, ma lo facciamo perché siamo abituati a dare sempre il massimo e quindi pretendiamo il massimo. Quello che per tanti è visto come un continuo rimprovero, è in realtà una forma di sprono perché non possiamo sopportare che la gente si viene a sedere in silenzio.

Il boato della curva si dovrebbe sentire fino a Mondello!

Quindi non essere timido… non devi far altro che alzarti in piedi e provare a seguire i cori. Possiamo fare poco per le scelte societarie, ma possiamo fare tanto durante i 90 minuti di partita. Unisci la tua voce alla nostra! Noi siamo la Curva Nord 12!

Tutta la curva deve cantare. I ragazzi hanno bisogno di noi!

Leggia anche: