Palermo-Juventus 0-3, Allegri: "Per vincere bisogna soffrire"

Sembra finalmente rinata la Juventus, che batte con un secco 0-3 il Palermo del nuovo corso Ballardini allo stadio “Barbera”. Con questo successo, i bianconeri si portano per la prima volta dall’inizio della stagione in piena zona Europa.

A decidere il match, oltre ai colpi del k.o. di Sturaro e Zaza, è Mario Mandzukic. Il centravanti croato si toglie così le prime soddisfazioni in maglia juventina, e Max Allegri, ai microfoni di Sky Sport, lo sa bene: “Non si può discutere un giocatore che ha vinto una Champions, che ha giocato nel Bayern Monaco e nell’Atletico Madrid. Mario non avrà la classe che molti vogliono vedere, ma non è l’ultimo arrivato”.

Oltre ad elogiare l’ex Bayern, l’allenatore fa lo stesso anche con il resto della squadra, protagonista di una grande prestazione: “Abbiamo sbagliato qualcosina dal punto di vista tecnico, ma siamo finalmente tornati cinici e attenti in tutte le fasi di gioco. Siamo in netta crescita, ma possiamo e dobbiamo ancora migliorare”.

E infine, ecco che il tecnico livornese fa capire che la sua Juventus è tornata lassù per comandare ancora: “Dobbiamo essere umili, ma allo stesso tempo, coscienti delle nostre capacità. Entro Natale vogliamo stare ancora più su”.

TUTTE LE NOTIZIE SU PALERMO-JUVENTUS