Palermo-Juventus 0-3, le Pagelle dei Bianconeri (29 novembre 2015)

La Juventus allunga la sua striscia positiva, battendo 3-0 il Palermo di Ballardini al “Barbera”, grazie alle reti di Mandzukic, Sturaro e Zaza. Grande prestazione della retroguardia, con Barzagli, Bonucci e Chiellini che annullano Gilardino e limitano il talento di Vazquez. Ottima la gara della coppia d’attacco, che comincia a trovarsi a meraviglia, come in occasione del gol di Mandzukic.

Ecco le pagelle degli uomini di Allegri (VOTO 7):

BUFFON (VOTO 6): Inoperoso per 90 minuti, rischia solo su un tiro di Gilardino nel primo tempo;

BARZAGLI (VOTO 7,5): Allegri ha capito che è un elemento indispensabile per questa squadra e pur di schierarlo è tornato alla difesa a tre. Superarlo è quasi impossibile per ogni avversario. L’arbitro lo ammonisce, nonostante sia Marchisio nell’occasione a commettere il fallo;

BONUCCI (VOTO 7): Personalità nel gestire la sfera e puntualità negli interventi. E’ anche merito suo se Buffon non vede passare palloni dalle sue parti. Nel primo tempo si mangia letteralmente il gol del vantaggio, staccando sul corner di Dybala e spedendo fuori una palla facile facile;

CHIELLINI (VOTO 7,5): In particolare nei primi 45 minuti, sembra indemoniato: prima ferma ogni avversario che tenti di passare dalle sue parti, poi parte in progressione sul versante mancino, creando superiorità numerica in fase offensiva. Superlativa la sua prova;

CUADRADO (VOTO 5): Ha voglia di sfondare e diventare un “uragano” sulla fascia destra, ma spesso si intestardisce in dribbling poco produttivi. Allegri sa dove e come lavorare con il colombiano; (sost. LICHTSTEINER: VOTO 6)

STURARO (VOTO 7): La solita partita di sacrificio e sostanza, condita, questa volta, anche da una bella rete, che chiude al meglio un contropiede perfetto. 90 minuti a correre dietro agli avversari, senza dimenticare la fase offensiva e gli inserimenti che il mister pretende. E’ ufficialmente il “vice-Khedira”;

MARCHISIO (VOTO 6): E’ colui che ha dato equilibrio a questa squadra. L’undici bianconero è migliorato notevolmente grazie alla sua presenza e alle sue geometrie. Nella serata siciliana, disputa una partita onesta, senza sbagliare nulla e facendo bene lo schermo davanti alla difesa;

POGBA (VOTO 6,5): E’ un fenomeno e forse ne è fin troppo consapevole. Spesso esagera nelle giocate di fino, ma quando riescono è un piacere per gli occhi. Vorrebbe trovare il gol con maggior frequenza, come testimoniano le diverse conclusioni verso la porta, ma in alcune circostanze non riesce ad essere preciso come ai “vecchi tempi”. Perfetto l’assist per Sturaro, in occasione del secondo gol;

EVRA (VOTO 6): Soprattutto nel primo tempo fa su e giù sulla fascia sinistra, proponendosi con continuità e duettando spesso con il connazionale Pogba. L’unica pecca: tanti, forse troppi, i cross sbagliati (anche per merito della difesa rosanero);

DYBALA (VOTO 7): Era la sua partita, da grande ex, e non ha deluso le attese. Si fa vedere tra le linee, smista decine di palloni sulle fasce, cercando più l’assist che la conclusione. Una partita utile alla squadra, come testimonia il fantastico traversone per Mandzukic, in occasione del gol del vantaggio; (sost. ZAZA: VOTO 6,5)

MANDZUKIC (VOTO 7,5): Un altro gol, ancora decisivo. Sblocca una partita complicata, finalizzando il bellissimo cross di Dybala. Corre e lotta per 65 minuti, ripiegando spesso anche in fase difensiva, per dare una mano ai due terzini. (sost. MORATA: VOTO 6)

TUTTE LE NOTIZIE SU PALERMO-JUVENTUS