Palermo-Verona, i Siciliani non possono retrocedere…

Palermo-Verona è il cruciale match salvezza dell’ultima giornata, ma appare chiaro che i siciliani non possono retrocedere.

Il Palermo ospiterà il Verona nell’ultima giornata e conquistando i tre punti sarebbe certo della permanenza in massima serie per un’altra stagione. Gli scaligeri sono già retrocessi, ma stanno concludendo nella maniera più dignitosa possibile questa stagione estremamente storta. L’unica squadra che può soffiare la salvezza ai siciliani é il Carpi, che in caso di successo a Udine e contemporanea non vittoria dei ragazzi di Ballardini centrerebbe l’obbiettivo e spedirebbe in B i palermitani.

Le speranze emiliane, però, sono ridotte al lumicino: il Verona, infatti, difficilmente farà risultato al Barbera, e ci sono 15 milioni di buoni motivi. Il paracadute della retrocessione dalla Serie A, infatti, premierebbe l’Hellas con 25 milioni (tre anni consecutivi in A), e al Frosinone, anch’esso retrocesso, andrebbero 10 milioni (un solo anno di permanenza in A). Se la terza squadra a lasciare la massima serie dovesse essere il Carpi (anche in questo caso 10 milioni bonus), gli scaligeri, in caso di mancata promozione nella successiva stagione, incasserebbero – regolamento alla mano – anche i rimanenti 15 milioni del pacchetto di 60 offerto dalla Lega di A per ammortizzare il trauma della retrocessione. Se a retrocedere dovesse essere il Palermo, la squadra di Zamparini porterebbe a casa, come magra consolazione, 15 milioni, sottraendone dunque come minimo 5 ai veronesi, che poi comunque saranno chiamati alla prova del campo nella prossima stagione, con la promozione che é certamente più conveniente di incassare gli altri milioni che completano la torta del paracadute.

Il paradosso, dunque, è servito: il Verona si presenterà al Barbera, con tutta probabilità, da solidale, piuttosto che da avversario, e difficilmente rovinerà i piani ai rosanero, che sono a 3 punti dalla salvezza. Nel calcio, però, tutto può succedere, e l’orgoglio può avere la meglio sul fattore economico: non resta che aspettare sette giorni.

CORSA SALVEZZA: CARPI, FROSINONE E VERONA IN B?