Prandelli: "Jonathan in Nazionale? E' stato lui a dire di no"

Il commissario tecnico della Nazionale, Cesare Prandelli, durante la due giorni di Coverciano con la quale ha avuto modo di testare fisicamente i 42 potenzialmente convocabili per il Mondiale di Brasile 2014, ha parlato anche dell’esterno dell’Inter Jonathan e della sua mancata convocazione in Nazionale.

Queste le parole dell’allenatore di Orzinuovi: “Anche in questo caso c’è stata cattiva informazione. Per portare un giocatore come Jonathan in Nazionale ci vogliono sette mesi di trattativa per avere un documento, non è la stessa situazione di Romulo. E poi c’è un altro problema: ho sempre chiesto ai giocatori di esprimersi, di dire io voglio l’Italia e solo l’Italia. Lui non l’ha fatto”.

Un altro calciatore dell’Inter che in passato era stato adocchiato dal ct è Mauro Icardi, sul quale però la vicenda è chiusa: “Siamo andati da lui tre anni fa e ci ha detto no, grazie. Legittimo da parte sua. Se il suo comportamento sarebbe da codice etico? Non mi interessa la sua vita privata, fatti suoi. Posso dire che il nostro codice etico è molto semplice e chiaro”. 

Leggi anche–> Jonathan sconfessa Prandelli: “Sì al Mondiale con l’Italia”

Leggi anche–> Jonathan: “Non sono l’erede di Maicon”