Presentazione Medel: "Zanetti il mio riferimento. Non sono il sostituto di Cambiasso"

Nel primo pomeriggio è avvenuta la presentazione di Gary Medel. Il centrocampista cileno ha scelto la maglia numero 18, e proprio sul suo ruolo in campo ci sono state le dichiarazioni più interessanti. Queste le sue prime parole, riportate sulla “Gazzetta dello Sport”:  “Sono felicissimo di essere arrivato all’Inter. Non ho ancora potuto parlare con gli altri cileni che hanno indossato questa maglia, Zamorano in primis, ma l’ho fatto con Pinilla che mi ha detto cose molte belle sulla storia di questo club.

Sul ruolo in campo, afferma che la sua posizione preferita è quella di centrocampista centrale ma “pur di giocare titolare mi adatto a tutto. So che in tanti mi paragonano a Gattuso, ma io sono Gary Medel e voglio scrivere la mia storia”. Quindi, alla domanda se si ritenesse il sostituto di Cambiasso insieme all’altro neo-arrivo M’Vila, ecco la sua risposta: “Non sono il sostituto di nessuno. Sono qui per vincere ed è presto per parlare della convivenza con M’Vila. Lui è un grande giocatore e ogni forma di competizione sarà sana e mirata al bene dell’Inter”. Gli viene anche chiesto se ha parlato con Mazzarri del suo ruolo in campo. Questa la risposta: Ho già parlato con lui, ma è una discussione privata che rimarrà tale”.  Non poteva mancare una citazione per Zanetti: E’ il mio riferimento.

Alla domanda sull’interesse di altre squadre, risponde affermativamente, aggiungendo che “la preferenza mia è sempre stata per l’Inter“.  Immancabile una domanda sulla foto con il cappellino della Juventus: Erano 3/4 anni fa, qualcuno me lo ha passato in un aeroporto affollato, a me piacciono i cappellini e l’ho indossato. Tutto lì. Sempre a proposito di Juventus, gli viene chiesto se Vidal lascerà i bianconeri:  Non lo so, sono un giocatore dell’Inter e penso solo a questa squadra”.

Infine per i tifosi nerazzurri: Voglio solo ringraziarmi per come mi hanno accolto. Loro sono il dodicesimo uomo e spero che ci possano seguire sempre, fino alla fine”.

Leggi anche: Gary Medel all’Inter a titolo definitivo: è ufficiale