Primavera: Inter-Chievo 1-4, Cerrone: "Dobbiamo rialzare la testa"

E’ deluso Salvatore Cerrone, allenatore della Primavera nerazzurra al termine del match che ha visto i suoi ragazzi perdere 4-1 contro il Chievo Verona trascinato dal brasiliano Da Silva. Ai microfoni di Inter Channel, il tecnico dei campioncini nerazzurri ha provato a risollevare il morale della truppa in vista della semifinale di Coppa Italia in programma la prossima settimana.

Queste le parole di Cerrone alla fine del match: “L’espulsione ha sì condizionato la gara, ma la partita di per sé era già ben difficile… con un episodio del genere poi dai agli avversari un vantaggio non da poco. Stavamo anche giocando abbastanza bene, col giusto piglio dopo la sconfitta nel derby, poi abbiamo subito il gol e da lì abbiamo perso la testa: abbiamo smesso di ragionare. Dovevamo restare in partita e cercare di tenere l’1-0 per provare poi a ribaltarla nel secondo tempo. Invece poi se non riesci più a stare sereno e a ragionare arrivi a fare degli errori inaccettabili. Giocare ognuno per conto suo non porta a nulla di buono, oltretutto non puoi permetterti di perdere palla e non rincorrere l’avversario, per di più in inferiorità numerica.”

Primavera

Cerrone, poi, aggiunge: “Questa squadra non può giocare in questo modo perchè non è quella di oggi, ma in questo momento purtroppo stiamo andando così. Ora dobbiamo ripartire da zero e rimetterci in carreggiata in vista della semifinale di Coppa Italia di mercoledì, una partita per noi importantissima. La mentalità che ci vuole è quella di Eguelfi, entrato con la voglia giusta facendo quello che doveva fare. Lo ripeto: questa squadra non è assolutamente quella che si è vista nè nel derby nè oggi. E’ il momento di rialzare la testa”.

Leggi anche–> Primavera, Inter-Chievo 1-4: è debacle