Primavera, Varese-Inter 1-1: Camara acciuffa il pari in extremis

Dopo il pareggio nel recupero infrasettimanale nel derby contro il Milan, la Primavera dell’Inter non riesce a tornare alla vittoria ma strappa un punto al Varese con una prestazione epica, acciuffando il gol dell’1-1 finale al 96° col gol di Camara e dopo essere rimasta in 9 per le espulsioni di Longo e Dabo. Mister Cerrone parte col solito 4-2-3-1: in porta c’è Maniero, davanti a lui Longo, Sciacca, Yao ed Eguelfi. In mediana Dabo e Tassi, mentre alle spalle dell’unica punta Puscas trio composto da Camara, Acampora e Polo.

Il primo tempo è avaro di emozioni e la prima mezz’ora verrà ricordata solo per l’uscita di Puscas per guai fisici che lascia il posto a Bonazzoli. Poi ci prova Tassi dalla distanza ma il portiere locale Bordin è attento. Allo scadere fallo da rigore di Longo con cartellino rosso diretto per il terzino nerazzurro reo di un fallo da ultimo uomo. Sul dischetto va proprio il portiere varesino Bordin che vince il duello col collega Maniero chiudendo la prima frazione con il Varese in vantaggio per 1-0.

Nella ripresa al 19° l’Inter ha l’occasione di pareggiare: fallo di mano in area del Varese e rigore per l’Inter. Sul dischetto va Camara che si lascia però ipnotizzare dall’ottimo Bordin che para la conclusione dell’attaccante nerazzurro. L’Inter preme sull’acceleratore ma le occasioni latitano e a cinque minuti dalla fine deve rinunciare anche a Dabo, espulso per somma di ammonizioni. Nei minuti di recupero l’Inter però parte all’arrembaggio e Camara sfrutta uno svarione difensivo di Simonato per battere Bordin a tu per tu e regalare un punto alla sua squadra.

Leggi anche–> Tassi, l’Iniesta nerazzurro

Leggi anche–> Polo: “Voglio fare grandi cose!”