Progetto Giovani, da Cristante a Mastour: il futuro del Milan nelle loro mani

Il progetto giovani del Milan è ormai una certezza. La conferma è arrivata dalle ultime giornate di mercato che hanno visto i talenti della cantera rossonera entrare nel mirino delle big di mezza Europa. Il futuro del Milan è garantito questo dicono gli osservatori internazionali pronti a presentare offerte allettanti pur di garantirsi le prestazioni dei giovani di Inzaghi. Un attestato di stima per il lavoro di tutto lo staff del settore giovanile che da anni ormai sforna calciatori dal grande futuro.

Ieri è stato il giorno di Bryan Cristante, il giovane centrocampista ormai da tempo obiettivo del Benfica pronto ad alzare la posta rispetto ai 4 milioni di euro offerti al Milan ad inizio mercato. Una cifra importante per il 18enne salito alla ribalta del grande calcio sotto la guida di Allegri. Galliani ci pensa e riflette anche se per ora, dopo il no di Van Ginkel, non sembra intenzionato a privarsi del talento di San Vito al Tagliamento. Giovedì era stata la volta di Mattia De Sciglio per il quale il Tottenham ha offerto il centravanti spagnolo Soldado, attaccante arrivato la scorsa stagione alla corte degli Spurs per ben 30 milioni. Netto il no di Galliani consapevole del valore del suo giovane terzino.

A breve potrebbero arrivare offerte per altri talenti, i nomi sono tanti a partire da El Shaarawy e Poli, osservati speciali del neo tecnico della nazionale Antonio Conte, fino al predestinato Mastour sul cui talento cristallino non ci sono più dubbi. Ulteriori conferme della bontà del progetto giovani del Milan continuano ad arrivare anche dalle nazionali giovanili. Proprio ieri infatti è arrivata la convocazione in Under 19 per i giovani rossoneri Calabria e Mastalli in vista del doppio impegno contro Slovacchia e Polonia. Galliani sa che il Milan ha un grande futuro, un tesoro fatto di giovani di valore su cui puntare ad occhi chiusi e di certo lo farà. Il progetto giovani continua.

Leggi anche: