Pronostico Inghilterra-Italia: le probabili formazioni e debutto Var

Azzurri chiamati all'ennesimo riscatto contro gli inglesi. Intanto per la prima volta si vedrà la nuova tecnologia applicata in campo internazionale.

Dopo l’Argentina, gli azzurri sono chiamati ad affrontare una grande del calcio europeo, in programma Inghilterra-Italia, vi diremo il pronostico e le probabili formazioni. Gli azzurri di Di Biagio sono chiamati all’ennesimo riscatto personale, dato che in Russia non ci saranno, sarà anche la prima partita tra Nazionali ad usufruire dell’ausilio del Var. La tecnologia di istant review è stata annunciata già nel prossimo Campionato del Mondo e stasera avrà la sua prima sperimentazione a livello internazionale.

I possibili schieramenti di Inghilterra-Italia

Di Biagio schiererà gli azzurri secondo il suo 4-3-3 con Perin favorito su Donnarumma per il posto di Buffon tra i pali; difesa a quattro con Zappacosta e Darmian sulle corsie, mentre Bonucci e Rugani saranno i centrali; il centrocampo vedrà due incursori in più e un regista in meno con Verratti a impostare l’azione da dietro, mentre a Cristante e Pellegrini il compito di inserirsi negli spazi; il tridente invece vedrà la staffetta da Immobile e Belotti, quest’ultimo titolare, con ai lati Candreva e Insigne.

Southgate invece userà il suo classico 3-4-3 con  Pickford tra i pali; difesa a tre classica con E. Dier, Stones, J. Gomez; centrocampo di forza e qualità con l’inserimento di Young e Herdeson in aggiunta a Walker e Livermore; in attacco invece spazio ad attacanti esterni tutta qualità come Lallana e Alli, con al centro la velocità e la rapidità dell’attaccante delle Foxes, Vardy.

Dichiarazione e Quote

Cambia dunque Di Biagio rispetto alla sfida con l’Argentina, ma nessuna vera rivoluzione. A Wembley potrebbe essere la sua ultima panchina azzurra, in attesa di capire il futuro. “Qualcosa cambierò, è inevitabile, ma non ho ancora scelto la formazione. Occorre considerare anche il momento della stagione e alcuni acciacchi. I ragazzi hanno lavorato molto, ma serve tempo” – spiega Di Biagio in conferenza stampa e sulla sfida di stasera aggiunge che “l’Inghilterra ha diversi giocatori di livello internazionale, a centrocampo e in attacco. Non dovremo concentrarci su uno in particolare, ma limitare il loro modo di giocare. Hanno giocatori che ci possono fare male“. Ma guai a dire che sarà un’Italia arrendevole a Wembley. Gli azzurri sono pronti a vendere cara la pelle e dunque sarà una sfida combattuta. Sicuramente non sarà una partita da 0-0, anzi aspettiamoci gol e occasioni da entrambe le parti. Ma alla fine vincerà la coesione e l’esperienza inglese poiché “questa squadra – riferendosi all’Italia – ha bisogno di crescere molto in termini di esperienza, visto che molti giovani hanno poche occasioni di maturare nei loro club. Pellegrini mi ha fatto sorridere quando mi ha detto che è stufo di vedere vincere sempre gli altri: è lo spirito giusto“. E se a dirlo è capitan Bonucci, allora c’è da pensare che l’Italia ha bisogno ancora di tempo per un gruppo si molto forte, ma privo di quella caratura internazionale. Le quote danno i favori del pronostico all’Inghilterra, per via del fattore casalingo ed anche perché protagonista delle ultime qualificazioni Mondiali con vittoria netta del girone, mentre come è andata agli azzurri lo sappiamo bene.

Tecnologia per le Nazionali

Sarà il debutto stasera della Var. La tecnologia è già stata ampiamente annunciata per il Mondiale di Russia 2018, ma staserà vedrà la sua prima applicazione in campo internazionale. I giocatori italiani sono già abituati all’uso della Var, dal momento che la Serie A è tra i campionati che stanno sperimentando con un anno d’anticipo, mentre sarà una novità assoluta per i giocatori inglesi.

Per molti azzurri suonerà come una beffa, dato che sia Juventus che Milan hanno subito clamorosi torti nelle competizioni europee per club e non avevano l’ausilio del Var. L’arbitro, il tedesco Deniz Aytekin, verrà assistito da una squadra arbitrale della federazione tedesca, coadiuvata da membri della Figc. La federazione inglese invece non avrà nessun arbitro ai Mondiali di Russia 2018, dunque per Rocchi e compagni si prospetta la direzioni di gara della finalissima, a patto che la prova di stasera, Inghilterra-Italia, risulti soddisfacente.