Qualificazioni Russia 2018, Italia ai play-off se la Bosnia non vince

L’Italia si è complicata la vita e adesso la Qualificazione al Mondiale di Russia 2018 potrebbe rivelarsi più difficile del previsto. Gli Azzurri, infatti, dovranno tifare per il Belgio affinché questo possa battere o pareggiare contro la Bosnia. In questo caso, dunque, si tratterebbe di play-off per la squadra di Ventura.

La Nazionale italiana non ha dato una buona immagine di sé durante il match di ieri contro la Macedonia. La compagine azzurra è apparsa in difficoltà, senza forze, senza fantasia e, soprattutto, senza cuore. I fischi che il pubblico dello Stadio “Grande Torino” ha riservato ai giocatori italiani sono stati giusti e meritati ma la questione che tiene banco è quella relativa alla qualificazione che potrebbe essersi compromessa dopo l’1-1 contro la squadra di Pandev.

Ora, infatti, è tutta una questione di intrecci. Certo, se gli Azzurri dovessero vincere contro l’Albania nel match di lunedì non si dovrebbero fare grandi calcoli ma visto il calo della Nazionale, i 3 punti contro il team di Panucci non è scontato. Quindi, scongiuri a parte, Buffon e compagni dovranno fare il tifo per il Belgio che oggi sfiderà la Bosnia poiché se Mertens dovesse battere Dzeko l’Italia sarebbe automaticamente qualificata ai play-off; in caso contrario potrebbe aspettarci una situazione alquanto tragica.

Mondiali Russia 2018: i playoff

Agli spareggi che permetteranno di andare al Mondiale russo parteciperanno le 8 migliori seconde dei 9 gironi, solamente una rimarrà fuori. Ora, l’interesse degli Azzurri è relativo al calcolo delle migliori seconde in cui, per ora, rientrerebbero ma mancando alcune partite tutto può cambiare.

Quello che viene conteggiato, dunque, è il migliore rendimento contro prima, terza, quarta e quinta squadra del proprio raggruppamento; esclusa dal calcolo l’ultima in classifica. In questo momento dunque l’Italia sarebbe seconda, dopo il Portogallo, a quota 14 punti.

La classifica delle migliori seconde

1) PORTOGALLO, 15 punti (partite giocate: 6)
2) ITALIA, 14 punti (partite giocate: 7)
3) DANIMARCA, 13 punti (partite giocate: 7)
4) IRLANDA DEL NORD, 13 punti (partite giocate: 7)
5) SCOZIA, 11 punti (partite giocate: 7)
6) GALLES, 11 punti (partite giocate: 7)
7) CROAZIA, 11 punti (partite giocate: 7)
8) SVEZIA, 10 punti (partite giocate: 6)
9) BOSNIA, 8 punti  (partite giocate: 6)