Repubblica Ceca-Croazia 2-2, Pagelle e Tabellino (Euro 2016)

VOTA QUESTA NOTIZIA

Calcionow.it vi presenta le pagelle e il tabellino dell’incontro Repubblica Ceca-Croazia che si è giocato allo Stade Geoffroy-Guichard di Saint Etienne

La partita fin dall’inizio presenta il tema tattico che tutti si aspettavano: la Croazia che fa possesso palla e cerca le accelerazioni sulle fasce laterali cercando di sfruttare i suoi talenti e la Repubblica Ceca che si affida alle ripartenze. E’ la Croazia a portare i maggiori pericoli in attacco con Modric che gioca un numero impressionante di palloni con Brozovic e Perisic in gran spolvero. La difesa ceca tiene la pressione degli attacchi biancorossi senza scomporsi troppo e quando non basta ci pensa Cech. Ma nulla può il portierone ceco contro la possente azione di Perisic che porta in vantaggio meritatamente i croati. La tattica impostata da Vrba non si è dimostrata capace di fermare i fortissimi laterali croati che per tutto il primo tempo hanno dato spettacolo. Il copione della ripresa non cambia, con la Cechia decisamente in difficoltà di fronte alla velocità degli avanti croati. La supremazia dei balcanici si traduce nel secondo gol, con un sontuoso assist di Brozovic che mette da solo Rakitic davanti al portiere per il raddoppio. A questo punto Vrba azzecca i cambi e la Repubblica Ceca si sveglia e la partita diventa entusiasmante. I cechi segnano con Skoda che riapre il risultato. Le squadre allungate danno vita a 15 minuti di calcio confuso, ma esaltante. Poi, a dimostrazione che le mamme degli idioti sono sempre molto prolifiche, piovono fumogeni dagli spalti occupati dai supporters dei croati e la partita subisce un’interruzione, con i giocatori balcanici che guardano la scena increduli per tanta stupidità. L’arbitro Clattenburg sospende l’incontro, si consulta con il delegato UEFA e dopo un “perentorio” appello dello speaker ai tifosi balcanici, la partita riprende dopo un’interruzione di 5 minuti. Lasciateci dire che non c’è nessuna spiegazione logica per quanto accaduto se non che alla stupidità umana non c’è limite. L’incontro riprende con una follia di Vida che colpisce la palla di mano in area e procura il rigore del pareggio. Il finale è un assedio dei cechi alla ricerca di una vittoria insperata, che però non arriva alla fine di una partita dai toni persino drammatici.

REPUBBLICA CECA (4-1-4-1): Cech 7; Kaderabek 5,5, Hubnik 5, Sivok 5,5, Limbersky 5; Plasil 5,5 (85′ Necid sv); Rosicky 5,5, Skalak 5 (66′ Sural  5,5), Krejci 5,5, Darida 6; Lafata 5 (66′ Skoda 6,5). All. Vrba 5,

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic 5,5; Srna 6, Corluka 6, Vida 6,5, Strinic 6; Badelj 5,5, Modric 6,5 (62′ Kovacic 5); Brozovic 7, Rakitic 6,5, Perisic 7; Mandzukic 5,5. All. Cacic 6,5

Arbitro: Clattenburg (Eng)

Reti: 37′ Perisic. 59′ Rakitic, 76′ Skoda, 90′ + 4 Necid (R)

Ammoniti: Badelj, Sivok, Brozovic, Vida

 

Guarda anche: