Roma 2013/2014: Lamela e Destro rimangono, Osvaldo via?

La Roma, dopo aver messo in archivio la deludente finale di Coppa Italia Tim persa a discapito di una buona Lazio inizia a programmare il futuro che si prospetta sicuramente alquanto nebuloso a causa di tanti calciatori che hanno mostrato di essere inadeguati per la serie A o per il progetto giallorosso.

Totti e Lamela Roma

Emblema della stagione della Roma è sicuramente il Daniele De Rossi visto in occasione del derby della Coppa Italia: poco presente, spesso superato facilmente e mai incisivo in fase di recupero, insomma un normale calciatore e non uno capace di essere il punto di forza con Pirlo della mediana della Nazionale italiana. Proprio “capitan futuro” dovrebbe lasciare la Capitale per approdare a una tra PSG e Manchester City che da tempo lo seguono: il periodo con Zeman ha influito molto, ma le sue prestazioni non hanno smentito i pensieri del boemo.

Oltre a De Rossi lascerà sicuramente Roma anche Pablo Osvaldo: la reazione furiosa verso Andreazzoli per essere stato schierato solo 15 minuti nella finale ha chiuso le porte ad una sua permanenza che pure era in fase di valutazione viste le qualità del calciatore oriundo. Tante dunque le valutazioni della dirigenza che quest’estate potrebbe mettere a segno una vera rivoluzione: dovrebbero andare via Taddei, Osvaldo, De Rossi, Tachtsidis, Nico Lopez, Piris, e tutti e 3 i portieri, Lobont, Stekelenburg e Goicoechea.

Sicuramente Baldini e Sabatini stanno valutando attentamente le mosse future ma le certezze, uniche, saranno Marquinhos, Lamela e Destro, tre giovani che potrebbero davvero esplodere nella prossima stagione diventando realmente campioni.