Roma-Milan, Inzaghi: "Siamo pronti, non abbiamo paura di nessuno"

Mancano poco più di due giorni alla tanto attesa sfida tra Roma e Milan che finalmente ci dirà se per i rossoneri la prestazione contro il Napoli è stato un caso oppure no. Nella conferenza stampa odierna di presentazione della partita Pippo Inzaghi ha caricato i suoi ragazzi affermando che la sua squadra non ha paura di nessuno e che scenderà in campo per fare una grande partita: “Tutti vorrebbero scendere in campo contro la Roma perché è una grandissima squadra. E’ una partita molto difficile, ma noi siamo il Milan, puntiamo sempre ad arrivare in alto in classifica e quindi non abbiamo paura di nessuno. I giocatori sono motivati, sono convinto che disputeremo una grande partita e se alla fine perderemo renderemo merito ai nostri avversari, ma anche loro dovranno fare una super partita se vorranno batterci. Non facciamoci influenzare dalla partita della Roma contro il Sassuolo perché in quell’occasione la loro testa era alla sfida contro il City, non dobbiamo concedere spazi e dobbiamo pressarli alti”.

Il tecnico rossonero è molto contento e soddisfatto di come si allenano i suoi giocatori e si augura che la squadra fornisca la stessa prestazione esibita contro il Napoli e che possa ottenere un risultato positivo: “Sono molto contento di come si allenano i miei calciatori, anche dopo la partita persa contro il Genoa ero molto sereno perché il gruppo è compatto ed è determinato, ero arrabbiato solo perché non meritavamo la sconfitta. Sulla carta siamo sfavoriti contro la Roma, ma mi auguro che riusciamo ad ottenere un risultato importante che sarebbe molto di aiuto al nostro morale e alle nostre ambizioni. Io guardo la prestazione e spero vivamente che la squadra ripeta tutto quello che di buono ha fatto vedere contro il Napoli”.

Inzaghi non intende parlare di mercato e dichiara che con la rosa al completo e i recuperi degli infortunati la squadra può fare grandi cose: “I nostri più grandi acquisti di gennaio saranno i 4 giocatori attualmente infortunati e cioè: Abate, Alex, De Sciglio e Rami. Stamattina ho anche parlato con Saponara e tutti coloro che come lui sono stati impiegati poco e sono sicuro che se fossero stati chiamati in causa avrebbe fatto il loro dovere nel migliore dei modi”. Infine ultima battuta su Antonio Conte e la Nazionale: “Io e Conte ci conosciamo benissimo e abbiamo un ottimo rapporto. Tutti vogliamo bene alla nazionale e quindi c’è la piena disponibilità da parte mia e del Milan di dare una mano alla Nazionale. Non posso che essere orgoglioso se i miei giocatori vestono la maglia azzurra”.

TUTTE LE NOTIZIE SU ROMA-MILAN

Leggi anche: