Roma-Milan, Rudi Garcia: "La vittoria come regalo di Natale"

Siamo ormai alla vigilia della super sfida che vedrà affrontarsi all’Olimpico, domani sera alle 20:45, Roma e Milan . I giallorossi sono chiamati a vincere a tutti i costi se vogliono tornare a -1 dalla Juventus, vittoriosa ieri per 3-1 in trasferta contro il Cagliari. Nella conferenza stampa di presentazione della partita Rudi Garcia ha elogiato i rossoneri, ma allo stesso tempo ha dichiarato che la sua squadra ha tutta l’intenzione di vincere e di ottenere i 3 punti come regalo di Natale: “Sono una squadra temibile che può contare su ottimi giocatori. Hanno cambiato allenatore e diversi giocatori, ma rimane il Milan ed è una grande squadre. Per noi però è l’ultima partita dell’anno all’Olimpico e abbiamo tutta l’intenzione di mettere i 3 punti sotto l’albero della Roma. Dovremo fare il nostro gioco, anche se dovremmo essere più concreti in avanti. La squadra sta bene sia dal punto di vista fisico che mentale. Desideriamo davvero tanto chiudere l’anno in bellezza con una bella vittoria”.

Il tecnico transalpino individua in Menez l’uomo più pericoloso dei rossoneri e mette in guardia i suoi giocatori affinchè lo limitino il più possibile: “E’ un giocatore di grande talento, è francese come me e lo conosco bene. E’ capace con una giocata di spaccarti le partite a metà, è imprevedibile, quando parte palla al piede non sai mai cosa succederà e cosa può inventarti. Noi dovremmo stare molto attenti e dovremo fare tutto il possibile per limitarlo e non permettergli di giocare liberamente”.

Rudi Garcia ha poi colto l’occasione per ritornare sui fatti di Genova, evidenziando con delle parole ironiche e sarcastiche, tutto il suo disappunto e il suo sconcerto su ciò che è accaduto a Marassi nel dopo partita: “Ci stava una persona che non conosco ancora, se non sbaglio sembrava essere uno steward. Primo gli ho dato una bastonata sul ginocchio e poi ho cacciato fuori la mia pistola e l’ho sparato nel piede. A parte questo ascoltatemi bene: più ci daranno fastidio, più lotteremo. Più sarà difficile, più attaccheremo”.

TUTTE LE NOTIZIE SU ROMA-MILAN

Leggi anche: