Sacchi intervista a La Gazzetta dello Sport: “Vi spiego il calcio”

VOTA QUESTA NOTIZIA

Il calcio secondo Sacchi. Un maestro di vita che ha regalato tanti emozioni, soprattutto a quel Milan pieno di olandesi. Lo stesso Sacchi ha lasciato un intervista a La Gazzetta dello Sport in occasione del suo compleanno. Una delle prime domande che gli hanno chiesto è stata quando il calcio è entrato nella sua vita. Il calcio è entrato nel 1954 quando vide la sua prima partita del Mondiale.

I suoi idoli di sempre sono stati Di Stefano, Schiaffino e Pelè, forse da giocatore non era il massimo, ma da allenatore era l’essenza del calcio. Lo sanno benissimo gli olandesi, (i suoi preferiti) Gullit, Van Basten e Rijkaard. Ha preso spunto dalle partite dell’Ajax e da lì è iniziata la sua carriera. Dal suo primo scudetto conquistato con il Milan battendo il Napoli di un’altra leggenda del calcio Maradona. Ma si è espresso al meglio nel calcio internazionale vincendo 2 Coppe Campioni, 2 Coppe Intercontinentali e 2 Supercoppe Uefa. Insomma trasmetteva tanta energia e tanta aggressività e metteva la squadra in primo piano e il singolo in secondo piano.

Tanti auguri mister.

Leggi anche: