Sampdoria-Inter 0-4, Mazzarri: "Ottimo risultato, ma non mi è piaciuta la prestazione"

Nonostante il pesante 0-4 rifilato alla Sampdoria, Walter Mazzarri non sembra pienamente soddisfatto della prova offerta dalla sua Inter oggi pomeriggio a Marassi. L’allenatore toscano lo ha dichiarato pochi minuti dopo la fine della partita ai microfoni di Sky”Io guardo la prestazione. Oggi abbiamo vinto e abbiamo giocato peggio del solito nel primo tempo. Ci lasciavano spazi dietro, per come intendo io il calcio non m’è piaciuto. Nel secondo tempo abbiamo giocato da grande squadra, s’è capito cosa si doveva fare. Se fai i gol, poi, anche i giudizi cambiano”.

Buona prestazione per Kovacic e Mazzarri applaude: ”Se ha giocato è perché ho visto che è migliorato. Oggi ha giocato per la squadra, ha fatto comunque le sue giocate: sta attrezzandosi per diventare un campione, ma deve continuare così. Potrà solo che migliorare ed esplodere, su tutto”. Qualcosa da rivedere, invece, per Andrea Ranocchia, spesso disattento e autore del fallo sul rigore concesso alla Samp: ”Io non avevo mai accantonato lui, è che stavano meglio altri. Oggi ho provato un po’ a mettere precisione sui difensori , forse, per eccesso di generosità e con l’istinto è intervenuto e ha procurato il rigore. Ma sta facendo molto bene, l’ha capito anche lui che poteva evitare. Samuel a sinistra? Perché abbiamo bisogno di portare un uomo più avanti e a sinistra preferisco sempre mettere un mancino. Comunque la difesa ha fatto anche bene”.

Su Icardi, protagonista nel bene e nel male della partita, Mazzarri dichiara: ”Lui non doveva fare il gesto dell’orecchio, non so nemmeno cos’ha fatto. Per il resto ha fatto il suo, ha dimostrato anche personalità visto l’ambiente. Se continua così e se togliamo alcune cose superflue, diventa un grande giocatore. E’ un centravanti vero e deve pensare solo a giocare. La stretta di mano mancata? I fatti personali sul rettangolo di gioco vanno lasciati perdere, sono professionisti e non devono scordarselo. Dopo il gol gli avevo detto di andare via, ma solo questo posso dirgli oggi”.

Dopo questo successo le voci sull’esonero si allontanano: ”Io so cosa mi ha detto Thohir e cosa ci diciamo fra di noi in società. Più in alto vai ad allenare… Non guardo i giornali e il resto non mi interessa, già mi ero abituato a Napoli. La società poi valuta quello che fai tutti i giorni, mi interessa solo il loro giudizio”.

TUTTO SU SAMPDORIA-INTER

Leggi anche–> Samp-Inter 0-4, le parole di Palacio nel dopo gara

Leggi anche–> L’Inter affonda la Samp: i gol (Video)