Sampdoria-Juventus 0-1, Allegri: “Annata Straordinaria”

Al termine della vittoria scudetto, ottenuta a “Marassi” contro la Samp di Mihajlovic, grazie alla rete di Arturo Vidal, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport l’allenatore dei bianconeri Massimiliano Allegri, che ha esternato tutta la sua emozione e soddisfazione personale: “E’ una gioia immensa vincere il mio secondo scudetto in una piazza così importante, vincere il quarto consecutivo dopo tre anni straordinari. La soddisfazione più bella – prosegue il tecnico livornese – è aver chiuso il discorso scudetto, matematicamente, con una prestazione dal punto di vista tecnico importante. Abbiamo festeggiato nello spogliatoio con staff e dirigenza, ma ora testa a martedì. Il mio ringraziamento va esteso a tutto l’organigramma Juventus.”

Ce ne sono stati di momenti chiave in questa stagione fantastica, ma Allegri ne sceglie uno in particolare: “E’ stata un’annata straordinaria, fatta di momenti bellissimi e di ostacoli da superare, che a volte c’hanno messo in difficoltà, a causa anche dei tanti impegni. Una delle partite più importanti – aggiunge – è stata quella di Napoli, in cui non abbiamo giocato benissimo, ma abbiamo dato una grande prova di forza, dinanzi a un avversario di alto livello. I successi sofferti, le sfide vinte con sofferenza e di misura, – continua – sono quelli che porto più volentieri nel cuore, perchè una grande squadra deve saper vincere, ma allo stesso tempo deve saper difendere risultati e soffrire.”

Sulla questione modulo e sul dilemma difesa a 3-difesa a 4 aggiunge: “Sentivo dire che questi difensori centrali non erano capaci di giocare a 4, ma il campo ha smentito gli scettici, confermando la forza fisica e mentale di questi ragazzi.”

Come detto, testa a martedì, alla sfida di Champions League contro il Real Madrid: “Dobbiamo interrompere i festeggiamenti, perchè martedì c’è una partita troppo importante per noi. Vogliamo giocarcela, – conclude – fare di tutto per portare a casa un risultato positivo, ma senza correre rischi, perchè è una partita che si gioca su 180 minuti”.

Leggi anche: