Sara Carbonero, il padre va in carcere per debiti di gioco

I debiti di gioco sono una grande piaga, soprattutto quando si arriva al punto da ricorrere a mezzi poco leciti per riuscire a colmarli. Sembra essere stato questo il movente del padre di Sara Carbonero, giornalista spagnola e fidanzata del portiere del Real Madrid, Ijer Casillas. L’uomo è finito in carcere per una maxi-truffa, dopo essere stato condannato a due anni di detenzione dalla Corte provinciale di Toledo. La sua colpa? Secondo quanto comunicato dai media spagnoli il padre della giornalista avrebbe offerto, in qualità di intermediario assicurativo,  a 20 clienti  della località di Corral de Almaguer un prodotto finanziario, per il quale era necessario versare un importo. La promessa alle persone coinvolte era quella di ottenere dei ricavi, che però non sono mai stati pagati. 

La truffa, che risale al periodo compreso tra il 2007 e il 2009, costerà caro al padre di Sara Carbonero, che ha sfruttato la sua notorietà nella zona per conquistare la fiducia dei potenziali clienti. Oltre ai 2 anni di carcere, l’imputato dovrà sobbarcarsi le spese processuali e una quota di 12 euro giornalieri da versare come indennizzo alle sue vittime truffate. E non è tutto. Si vocifera anche circa il coinvolgimento nella frode della sorella di Sara Carbonero, la quale si dice non abbia rapporti col padre da molto tempo.

Leggi anche — > Fidanzate dei calciatori: la classifica delle più sexy